Qualificazione Mondiali: Brasile fermato, l’Argentina travolge l’Uruguay

409

Sia il Brasile che l’Argentina sono a un passo dalla qualificazione al Mondiale 2022, ma la Seleçao per la prima volta viene fermata sul pareggio in Colombia

Qualificazioni Mondiali Messi Argentina
Lionel Messi, MVP nella vittoria dell’Argentina contro l’Uruguay (Getty Images)

Qualificazioni Sudamericane ai Mondiali, il Brasile perde il ritmo dopo le nove vittorie consecutive maturate fin qui e viene fermato in Colombia; Argentina travolgente invece contro l’Uruguay.

Mondiali, Colombia-Brasile 0-0

Per la prima volta il Brasile chiude senza una vittoria e senza gol una campagna di qualificazione al Mondiale in Qatar che fin qui, pur con qualche opacità, era stata a dir poco trionfale. Manca ancora il dato del confronto per eccellenza, quello con l’Argentina, dopo la partita sospesa il 5 settembre scorso a causa dell’irruzione in campo di esercito e funzionari sanitari a causa del mancato rispetto dei giocatori dell’Albiceleste della quarantena. Un episodio che ha messo in imbarazzo la federazione sudamericana e per il quale non c’è ancora stata alcuna decisione ufficiale. Un’ora decisamente noiosa, poi un paio di occasioni della Seleçao sventate da un ottimo Ospina e due gran conclusioni dalla distanza neutralizzate da Alisson. Finisce a reti bianche. Con il Brasile a quota 28 dopo dove vittorie e questo pareggio.

LEGGI ANCHE > Italia-Belgio 2-1, Highlights, Voti e Tabellino: gli Azzurri ripartono

Neymar non brilla in un Brasile che non segna e non vince (Getty Images)

Argentina-Uruguay 3-0

Vince nettamente l’Argentina di Scaloni, al suo 24esimo risultato utile consecutivo, sesta vittoria nella campagna di qualificazione verso Qatar 2022. Una partita iniziata in modo anonimo dall’Argentina (schierata con De Paul, Lautaro e Messi dal primo minuto) che fatica una mezz’ora abbondante prima di trovare il bandolo del suo gioco, cogliendo anche qualche rischio, dopo un palo colpito da Suarez.

Poi l’Albiceleste si scrolla la ruggine di dosso e Messi si scatena: in rapida successione arrivano una traversa di Lo Celso, il vantaggio di Messi (assist di De Paul) e il raddoppio di De Paul (assist di Lautaro). Nel secondo tempo l’Argentina dà spettacolo grazie a un Messi incontenibile, forse la sua miglior partita in assoluto quest’anno con l’Albiceleste. Giusto anche il terzo gol di Lautaro Martinez, protagonista di un’ottima gara.

Argentina a sei punti dal Brasile, 22 punti in 10 partite, sei vittorie e quattro pareggi.
Prossima sfida nella notte tra giovedì e venerdì (1.30 ora italiana, ancora al Monumental di Buenos Aires) contro il Peru.