Pechino 2022, Malagò scende in campo: la promessa a Sofia Goggia

119

Pechino 2022, Malagò scende in campo: la promessa a Sofia Goggia. A meno di quatto mesi dalle Olimpiadi Invernali i piani sono chiari

Non era mai successo nella storia dello sport mondiale, molto probabilmente non capiterà più. Ma intanto a sette mesi dalle emozioni incredibili delle Olimpiadi che hanno generato le Olimpiadi di Tokyo 2020, il mondo dello sport è pronto a fare bis. dal 4 febbraio infatti prenderanno il via le Olimpiadi Invernali di Pechino 2022 e l’Italia si sta preparando.

Sofia Goggia (Getty Images)

Nei prossimi giorni il Coni sceglierà ufficialmente il portabandiera, con Sofia Goggia che parte decisamente favorita (ma con lei potrebbe esserci anche Federico Pellegrino). E intanto però il presidente Malagò ha già pianificato quello che succederà a tutti i medagliati. Stesso trattamento di quelli delle Olimpiadi estive: 180.000 euro per l’oro, 90.000 euro per l’argento, 60.000 euro per il bronzo.

Inoltre la FISI metterà sul piatto 1 milione di euro complessivi da suddividere tra gli atleti che metteranno al collo almeno una medaglia. Lo ha anticipato oggi Flavio Roda, Presidente della Federazione Italiana Sport Invernali, durante l’Opening Day per presentare la prossima stagione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Carolina Kostner torna sul ghiaccio? L’annuncio fa sognare tutti

Pechino 2022, Malagò scende in campo: le sue speranze per le nuove Olimpiadi

Giovanni Malagò  ha approfittato dell’incontro per ribadire quelle che sono le attese di tutti, dirigenti e tifosi: “Ormai tutti i giorni mi chiedono le ragioni dell’estate dello sport italiano. A Tokyo credo si sia creata un’atmosfera magica, quelli che hanno vinto le prime medaglie poi sono andati a tifare i compagni. Quella è stata una squadra fatta di tutti gli atleti azzurri, anche di discipline diverse”

(Foto Ufficio Stampa Fisi)

E allora che cosa ci dobbiamo aspettare da Pechino 2022? “Sicuramente avremo gli occhi di tutti addosso. E poi il 20 febbraio di sarà anche la cerimonia di consegna della bandiera Olimpica a Milano-Cortina”.