Formula 1, il ‘nuovo’ Bottas sorprende tutti: “Ora sono più rilassato”

283

Formula 1, il ‘nuovo’ Bottas sorprende tutti: “Ora sono più rilassato”. Il pilota finlandese spiega le ragioni del suo ritorno ad alti livelli

Formula 1 Turchia Bottas
Decima vittoria in carriera per Valtteri Bottas (Getty Images)

Vallteri Bottas sembra rinato. Il trentaduenne pilota finlandese della Mercedes sta parzialmente riscattando una stagione da dimenticare con un finale sorprendentemente di alto livello. Negli ultimi quattro Gran Premi disputati (Olanda, Italia, Russia e Turchia) Bottas è arrivato una volta primo, due volte terzo e in un’occasione quinto. Per avere la misura della bontà del suo rendimento offerto da due mesi a questa parte, basti pensare che i due piloti in corsa per il titolo mondiale, Max Verstappen e Lewis Hamilton, hanno conquistato rispettivamente solo 38 e 35 punti.

LEGGI ANCHE>>>Formula 1 Turchia, vince Bottas sotto la pioggia: ci guadagna Verstappen

LEGGI ANCHE>>>Formula 1, annuncio clamoroso di Bottas: Hamilton al settimo cielo

Da potenziale rivale del compagno di squadra Hamilton per la vittoria nel mondiale a pesante e inutile fardello di cui liberarsi prima possibile. Questa è stata la parabola di Valtteri Bottas da marzo ad oggi. Qual è allora il segreto di una clamorosa e inattesa rinascita a cui nessuno in casa Mercedes credeva minimamente? Molto probabilmente la risposta è più semplice di quanto si possa immaginare: l’ufficialità del passaggio all’Alfa Romeo per la prossima stagione. Dal momento in cui è stato annunciato l’accordo tra la casa italiana e il pilota finlandese per il 2022, Bottas ha decisamente cambiato marcia.

LEGGI ANCHE>>>Formula 1, deciso il futuro di Valtteri Bottas: colpo clamoroso

Alfa Romeo
Alfa Romeo (Getty Images)

Formula 1, il passaggio all’Alfa Romeo decisivo per il  rilancio di Bottas: “Da Monza è cambiato tutto”

Guidare con la mente sgombra, avendo risolto l’annosa questione del futuro immediato, ha inciso sicuramente sul rendimento di Bottas che ora appare molto più sicuro e disinvolto. Ed è lui stesso ad ammetterlo: “È bello riassaporare il gusto di una vittoria, era passato un po’ di tempo. Ad essere onesti, dopo Monza mi sono sentito molto rilassato, da lì in poi sono stato in grado di concentrarmi solo sulla guida, e di sicuro questo aiuta molto”.