Salta una panchina eccellente, è ufficiale: via un ex campione del Mondo

397

Salta una panchina eccellente, è ufficiale: via un ex campione del Mondo. Un altro esonero nel calcio italiano dopo poche giornate di campionato

Stupro pallone
Calcio (Getty Images)

Quello di esonerare un allenatore ingaggiato da pochissimo tempo è una pratica sempre più diffusa nel calcio italiano. In Serie A sono già tre i club che hanno cambiato tecnico alle prime sconfitte delle proprie squadre. Si tratta di Verona, Salernitana e Cagliari ora guidate da Tudor, Colantuono e Mazzarri chiamati in fretta e furia per salvare il salvabile ad appena una manciata di settimane dall’inizio della stagione. Non è soltanto la massima serie a praticare lo sport dell’esonero lampo: anche in Serie C presidenti e dirigenti utilizzano metodi molto simili ai loro colleghi più illustri.

LEGGI ANCHE>>>Serie A, decisione clamorosa: primo esonero dopo appena tre giornate

LEGGI ANCHE>>>Serie A, è ufficiale: salta un’altra panchina dopo Di Francesco

Poche ore fa una società che fino a non molti anni fa giocava in Serie A, il Siena, ha ufficializzato l’esonero di Alberto Gilardino. L’ex centravanti di Parma e Milan, campione del Mondo con la Nazionale italiana nel 2006, ha pagato dazio a causa dei pessimi risultati ottenuti dai suoi: in particolare, una sola vittoria nelle ultime cinque gare di campionato e una distanza di ben 7 punti (che potrebbero diventare 10 al termine di questa giornata) dalla Reggiana, capolista del girone B della serie C. In virtù di questi poco lusinghieri risultati la Robur Siena occupa un malinconico 6/o posto, ben lontana dalle posizioni di classifica immaginate ad inizio stagione.

LEGGI ANCHE>>>Calcio, salta un’altra panchina in Italia: l’annuncio in conferenza

Gilardino
Alberto Gilardino (Getty Images)

Siena, salta Gilardino: esonero ufficiale per l’ex centravanti campione del Mondo

L’esonero di Gilardino in realtà non è una sorpresa. Quella dei dirigenti bianconeri è una decisione di cui da giorni si vociferava in ambienti vicini alla società senese. Un chiacchiericcio fattosi decisamente meno generico e più concreto dopo la secca sconfitta per 2-0 rimediata martedì contro la Viterbese. È la seconda volta che Gilardino viene allontanato dal Siena, anche se la scorsa stagione, in serie D, venne richiamato dopo un mese. Riconfermato, il tecnico si è ritrovato tra le mani una rosa ambiziosa ma costruita in fretta e furia dopo l’ammissione tra i professionisti.