Matteo Berrettini, arriva la conferma ufficiale: “Difficile da digerire” – FOTO

548

Matteo Berrettini, arriva la conferma ufficiale: “Difficile da digerire”. A pochi giorni dal ritiro alle ATP Finals, altra mazzata sul romano

Matteo Berrettini a Torino (LaPresse)

Ci ha provato fino all’ultimo, perché teneva a chiudere alla grande la sua stagione. Ma Matteo Berrettini, dopo la rinuncia alle ATP Finals di Torino deve anche dire no ufficialmente ad un altri grande appuntamento. La prossima settimana infatti sempre al Pala Alpitour si giocherà il primo turno della Coppa Davis 2021, ma il tennista romano farà solo da spettatore.

Troppo forte il dolore che l’ha bloccato all’inizio del secondo set contro Zverev domenica scorsa e poco il tempo per recuperare, visto che l’Italia sarò in campo da venerdì 26 novembre. Così dopo l’ultimo consulto medico, Matteo ha scelto la via più triste ma l’unica necessaria, quella della rinuncia.

Poi con un post sul suo profilo Instagram ha fatto sapere tutto ai tifosi. “È inutile dirvi – scrive Berrettini – quanto per me questi ultimi giorni siano stati dolorosi e deludenti. Tra tutti gli scenari possibili questo sicuramente è quello più difficile da digerire“. Uno sto precauzionale, per tornare più forte ad inizio 2022. “Mi fermo, sì, ma solo per ripartire più forte e per regalare a me stesso e a tutti voi vittorie ed emozioni ancora più grandi”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Matteo Berrettini (@matberrettini)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Atp Finals, Medvedev piega un grande Sinner: tie break decisivo per il russo

Matteo Berrettini, arriva la conferma ufficiale: adesso chi giocherà al suo posto?

Matteo Berrettini chiude un 2021 che più bello non poteva essere anche se per problemi fisici ha dovuto dire di no alle Olimpiadi di Tokyo 2020, alle ATP Finals e alla Davis. In tutto ha vinto 41 partite su 53, ha alzato la coppa come campione al Queen’s e soprattutto è arrivato in finale a Wimbledon, perdendo lì come nell’ATP 1000 di Madrid. In più chiude abbondantemente nella top ten mondiale.

L’Italia però dovrà fare a meno di lui e questo scombina un po’ i piani per l’esordio del 26 contro gli Stati Uniti che insieme alla Colombia sono nel nostro girone. In caso di successo e passaggio del turno, gli azzurri si fermeranno ancora a Torino per giocare i quarti di finale, prima di spostarsi eventualmente in Spagna.

Jannik Sinner
Jannik Sinner a Torino (La Presse)

Certo di giocare in singolare c’è Jannik Sinner mentre il posto lasciato libero da Berrettini se lo contenderanno l’idolo di casa Lorenzo Sonego e Fabio Fognini. Uno dei due giocherà anche in doppio con Simone Bolelli che è stato convocato per sostituire Berrettini ed è uno specialista.