Valentino Rossi visto dai suoi avversari: il documentario è in arrivo

196

Ad una settimana dal ritiro Valentino Rossi viene celebrato da DAZN con un mini documentario in cui gli avversari parlano di lui

Valentino Rossi
Lapresse

E’ passata già quasi una settimana dal ritiro ufficiale di Valentino Rossi dal mondo delle corse della MotoGP. Il campione italiano ha lasciato a Valencia riuscendo ad entrare nella top ten dell’ultima gara del mondiale prima di lasciarsi coccolare da tifosi e colleghi nel giro d’onore.

Con il suo addio la MotoGP inizierà una nuova era il prossimo anno, ma dimenticarsi del “dottore” non sarà impresa facile. In questi giorni personaggi illustri del mondo dello sport e dello spettacolo hanno pubblicato tantissimi messaggi e ricordi legati alle imprese di Valentino, ed anche le tv e le piattaforme multimediali hanno deciso di rendere omaggio al pilota di Tavullia.

Dazn, ad esempio, ha scelto di produrre un mini documentario speciale in cui Rossi è raccontato direttamente dai suoi avversari in pista.

LEGGI ANCHE: Valentino Rossi, l’annuncio esalta i tifosi: lo farà davvero!

Dazn, arriva il documentario su Valentino Rossi: parlano i rivali di sempre

Con Capirossi e Biaggi
Lapresse

L’inedita mini serie, chiamata “RiVale”, celebra dunque la carriera del Dottore attraverso le voci dei suoi più agguerriti avversari in pista e sarà disponibile per tutti gli abbonati alla piattaforma streaming.

Da Lorenzo a Biaggi, passando per Stoner, tutti si sono prestati a raccontare alcuni episodi e retroscena delle gare che li hanno visti protagonisti in scontri leggendari con il pilota italiano. Dazn ha fatto trapelare già alcune dichiarazioni importanti, come ad esempio quelle di Stoner che ha raccontato di aver sognato a lungo di diventare suo compagno di squadra ma che “qualcuno” glielo ha impedito.

LEGGI ANCHE: Valentino Rossi, un grande ex si inchina: “Non l’ho mai battuto”

Lorenzo invece ha dichiarato: “Ho tanto rispetto per Valentino, ma per me non è come un Dio. Perché se tu pensi che sia come un Dio, poi è impossibile batterlo“. Anche Biaggi non ha tralasciato particolari salienti: “In quel momento storico c’era bisogno di una grande rivalità. Guarda caso c’erano due italiani, quindi hanno fatto in modo che questa rivalità si incendiasse anzitempo e per questo motivo io e Valentino venivamo presi in inganno facilmente. Poi quello che succedeva tra noi lo dicevamo senza filtri“.