MotoGP, quando torna Marc Marquez? La risposta che fa sognare

222

MotoGP, quando torna Marc Marquez? La risposta che fa sognare arriva da un ex grande pilota. Il 2022 può essere l’anno decisivo

Il test di fine anno sulla pista di Jerez de la Fontera c’era un convitato di pietra. Marc Marquez ha fatto da spettatore, come è stato nelle ultime due gare del Motomondiale 2021 a causa del grave problema agli occhi che lo limita. Ma quanto durerà questa situazione e quando lo rivedremo in pista?

Marc Marquez (LaPresse)

Al momento non lo sa dire nessuno, ma c’è chi da fuori sta seguendo la situazione e si è fatto un’idea. Loris Capirossi, parlando al podcast de La Gazzetta dello Sport, ha spiegato di aver parlato con l’ex campione del mondo ancora di recente e l’ha sentito carico. Non può fare previsioni, ma è sicuro di poter essere in pista per i test di Sepang a fine gennaio.

“Questo è quello che dice lui, è sempre stato uno molto positivo. Ma nessuno in realtà può sapere come la sta vivendo. Marc è stato un po’ sfortunato, mi spiace che stia soffrendo così perché preferirei vederlo di nuovo sorridente in pista”. Capirossi ha poi svelato quello che sarebbe il suo sogno: vedere Marquez su una Ducati “per vedere cosa riuscirebbe a fare”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> MotoGP, la svolta è storica: rivoluzione definitiva entro tre anni

MotoGP, quando torna Marc Marquez? Intanto il favorito per il titolo 2022 è un altro

In realtà con una delle due Ducati ufficiali anche la prossima stagione correrà Pecco Bagnaia che molti vedono come favorito naturale per il titolo. la pensa così anche Maverick Vinales che, ospite dell’Eicma Milano, ha parlato con Gazzetta Motori: “Il prossimo anno Bagnaia sarà forte, io punto su di lui per la lotta per il mondiale. Spero che Marc Marquez possa ritornare presto, perché sarebbe bello per il mondiale”.

MotoGP Misano Bagnaia
Francesco Bagnaia (Getty Images)

Lui sarà alla prima stagione vera con l’Aprilia e ha grandi aspettative: “Il livello della competizione è altissimo, ma sento che nel team e nella moto c’è un grande potenziale. Dobbiamo capire come tirarlo fuori, questa è la cosa più difficile”. Intanto hanno lavorato sull’anteriore e sul freno motore, due aspetti fondamentali e i progrt3essi si sono visti,. Il resti arriverà nel nuovi test del 2022.