Inter in ansia per Edin Dzeko: scatta l’allarme all’allenamento

163

Allarme per Edin Dzeko alla ripresa degli allenamenti: il bosniaco, raffreddato, è tornato a casa e ora si attendono gli esiti del tampone

Di profilo
Lapresse

Che oggi potesse essere una giornata complicata per molti club di Serie A se ne aveva già il sentore da un po’ di tempo. Del resto, già prima della pausa natalizia i casi di Covid tra i calciatori del nostro campionato erano cominciati ad uscire fuori. Ora, con tanti atleti in giro per il mondo e la variante Omicron a “causar danni”, tutte le squadre sono con il fiato sospeso.

Oggi molti club hanno ricominciato ad allenarsi in vista della ripresa del campionato ma prima di scendere in campo c’è stato il consueto giro di tamponi. In casa Inter, purtroppo, si è registrata subito una pesante defezione.

Edin Dzeko, infatti, è stato rispedito a casa per precauzione dopo che l’attaccante si era presentato all’allenamento molto raffreddato. La società nerazzurra per la giornata di oggi aveva comunque previsto degli allenamenti individuali, ma ora l’ansia per il risultato dei tamponi aumenta.

LEGGI ANCHE: Il Covid non si ferma più, c’è l’annuncio: nuovo contagio in Serie A

Inter, Edin Dzeko rispedito a casa: in attesa dei tamponi solo allenamenti individuali

Edin Dzeko
Lapresse

Tra stasera e domani mattina ci sarà l’esito dei test Covid e Simone Inzaghi spera di non perdere nessuna pedina fondamentale in vista della sfida col Bologna ma soprattutto per la settimana dal 9 al 16 gennaio durante la quale i nerazzurri affronteranno nell’ordine Atalanta, Juventus in Supercoppa e Lazio.

Assenti ad Appiano Gentile anche i sudamericani a cui è stata concessa una giornata in più per fare rientro a Milano dopo la lunga trasvolata. Domani dunque, oltre ad avere i risultati di oggi, bisognerà effettuare un’altra serie di tamponi.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, clamoroso scambio con l’Inter: è fatta

Nel frattempo continuano gli allenamenti individuali, decisamente meno performanti ma più sicuri finchè non si riusciranno a trovare gli eventuali positivi. L’Inter punta forte su tre fronti, ma l’allarme Covid è dietro l’angolo.