Paola Ferrari lascia per sempre la Rai? L’annuncio è clamoroso

292

Paola Ferrari lascia per sempre la Rai? L’annuncio è clamoroso. La nota conduttrice ha appena cambiato idea sul da farsi

Paola Ferrari
Paola Ferrari (AnsaFoto)

Si era parlato molto di lei nell’ultimo periodo, sia per una polemica velata con Diletta Leotta, sia per la sua decisione di abbandonare la televisione. Paola Ferrari si era espressa in modo piuttosto netto riguardo al suo futuro. La sua intenzione, come rivelato qualche mese fa al settimanale Oggi, era quella di abbandonare la televisione dopo i Mondiali in Qatar, nel tardo autunno del 2022 (novembre-dicembre). Ora però, sembra aver cambiato radicalmente idea, facendo un’importante precisazione ad Italia Oggi. Come riportato anche dal portale TvBlog.it, ha annunciato che dopo la rassegna iridata nel paese mediorientale, lascerà la redazione sportiva della Rai, ma non la tv di stato.

Nell’intervista la conduttrice ha precisato: “Non lascerò la tv. La mia idea è quella di lasciare il mio posto a Rai Sport dopo i Mondiali in Qatar, ma di continuare a lavorare in Rai…”.

LEGGI ANCHE >>> Diletta Leotta, un nuovo programma nel 2022: l’esordio fa impazzire i fan

LEGGI ANCHE >>> GF Vip 6, Manuel Bortuzzo lascia la Casa: il padre Franco svela tutto

Paola Ferrari lascia per sempre la Rai? La presentatrice ha le idee piuttosto chiare

Paola Ferrari
Paola Ferrari alla Domenica Sportiva (AnsaFoto)

Insomma un po’ come fatto da Ilaria D’Amico a Sky, una nuova svolta nella sua decennale carriera, ma non una chiusura definitiva. Forse stufa, come precedentemente sottolineato, di un mondo che non riconosce più, come quello del calcio, ma ancora vogliosa di esprimere qualcosa.

Lei stessa avrebbe già delle idee in merito: “Nella mia azienda ci sono tanti spazi interessanti. Vedremo quello che accadrà”. Qualcuno vociferava anche un possibile ingresso nello staff dirigenziale della redazione sportiva. La Ferrari ha però smentito:Non avrò a che fare con la direzione di Rai Sport”.

Poi una battuta l’ha voluta dedicare anche al triste episodio che ha coinvolto la giornalista toscana, Greta Beccaglia. 

Sarebbe ora che si iniziasse a parlare di Me Too (movimento femminista nato nel 2017, ndr) anche nel mondo del calcio. Dobbiamo conquistare il rispetto”. Impossibile darle torto.