Mario Balotelli ancora sulla Nazionale: dichiarazione al vetriolo

282

In una lunga intervista Mario Balotelli parla del suo futuro ma anche della Nazionale, togliendosi qualche sassolino dalla scarpa

Mario Balotelli
Una delle ultime immagini di Mario Balotelli con la maglia azzurra (Foto ANSA)

Chissà con quale stato d’animo Mario Balotelli, dalla sua bella residenza di Adana, non convocato in azzurro, avrà seguito la terribile sconfitta dell’Italia contro la Macedonia del Nord.

Ma a quanto pare, anche se le dichiarazioni di Balotelli non sono mai banali e sono spesso anche molto vivaci, il primo ad avere sofferto dell’eliminazione dell’Italia sembra essere stato proprio lui.

Mario Balotelli, e l’esilio in Turchia

Dall’inizio di questa stagione SuperMario si è trasferito in Turchia per giocare con l’Adana Demirspor che grazie al contributo del 31enne attaccante italiano, sta vivendo una delle stagioni più straordinarie della sua storia. L’Adana è quinto, a un solo punto dal quarto posto che vale l’accesso alle coppe europee. Il bilancio di Balotelli è di altissimo livello: dodici gol e sei assist in 27 presenze tra campionato e Coppa.

“Voglio bene a Mancini”

La sua intervista fa riferimento anche alla Nazionale. Balotelli non è uno di quelli che ha gioito degli errori della squadra azzurra. Però.. “A quanto pare io manco solo quando si perde. É facile dirlo ora che siamo fuori. Ma prima della partita nessuno pensava a me – dice Balotelli – le occasioni ci sono state”.

Balotelli non perde il gusto della battuta: “Certo, io sotto porta sono bravino, ma con i se e con i ma non si fanno i risultati. Non si può dire se con me in campo avremmo vinto. Le possibilità di fare un gol sicuramente c’erano”.

Balotelli si dice davvero molto dispiaciuto: “Vedere la Nazionale fuori dal Mondiale ha fatto male a tutti, sicuramente io sono stato molto male. La convocazione al collegiale mi ha fatto piacere, le porte non sono mai state chiuse. Sicuramente ho perso una grande occasione anche io”.

Balotelli
Balotelli, dodici gol in Turchia questa stagione (Instagram)

Quanto al rapporto con Mancini, Balotelli conferma che la sua relazione con il riconfermato CT della Nazionale è molto solida: “Non ci siamo sentiti ma voglio molto bene al mister e sono felicissimo che resti, anche perché in pochi anni da CT ha già vinto l’Europeo. Ci sta che la gente sia delusa e che sia triste per questa mancata qualificazione, fa male non andare in Qatar, ma non si può dimenticare che l’allenatore in poco tempo ha fatto vincere una squadra forte. Ma nessuno si aspettava che si potesse diventare campioni d’Europa. Mancini ha fatto un gran lavoro, merita di continuare e io sono felice che resti”.