Sampdoria-Genoa 1-0, Highlights, Voti, Tabellino: secondo derby ai blucerchiati

164

La Sampdoria si aggiudica anche il secondo derby stagionale e mette il Genoa in una posizione di classifica sempre più drammatica

Alla Sampdoria bastano il gol di Sabiri, sicuramente il migliore in campo, e un gran lavoro di contenimento. Ma anche una gigantesca parata di Audero nel finale. E anche il secondo derby stagionale va ai blucerchiati.

Sampdoria Genoa
Il gol di Sabiri vista dalla porta (AP LaPresse)

Una partita più bella sugli spalti che in campo, con tre punti estremamente condizionanti nella lotta per non retrocedere.

Sampdoria-Genoa 1-0

Impressionante il colpo d’occhio offerto dalle due gradinate tra sfottò e imponenti coreografie, che vedono i tifosi genoani della Nord tirare fuori dal cassetto il meraviglioso ‘lenzuolo’ – all’epoca lo avevano chiamato così – che battezzò una nuova era di superbandieroni da gradinata. Il primo del suo genere, decine di metri quadrati tessuti e cuciti a mano con la scritta “Un cuore grande così”. Comparve per la prima volta in gradinata nord del vecchio Marassi nel 1986…

La partita

Non una gran partita per la verità. Come molti Derby della Lanterna anche questa sfida, decisiva per la salvezza di entrambe le squadre, si traduce in una lunga guerra di nervi, molto fisica e tattica ma caratterizzata da pochissime palle gol. Al 25’ Sabiri concretizza l’unica vera occasione della partita per la Sampdoria: cross di Candreva, controcross di Augello e aggancio in spaccata ad anticipare una difesa del Genoa lenta a chiudere.

Sampdoria Genoa
Sabiri dopo il gol del vantaggio (AP LaPresse)

La Sampdoria ha gioco facile a bloccare le fonti di gioco di un Genoa che, dall’inizio della stagione, ha enormi difficoltà nel proporre e costruire. Nonostante i numerosi cambi proposti da Blessin il Genoa non riesce praticamente mai a rendersi pericoloso nella trequarti avversaria. Unica vera occasione un lungo traversone dalla sinistra che sviluppa una mischia con Yeboah, appena entrato in campo, a cercare il tocco sottomisura. Troppo poco. Sterile anche il disperato tentativo offensivo nel finale che vede un Genoa stanco e senza idee affacciarsi sui venti metri avversari. Tuttavia nel finale arriva un’occasione gigantesca. Un ingenuo fallo di mani di Ferrari porta un rigore al Genoa al 95′. Criscito, dopo otto rigori trasformati, si vede parare quello più importante. E il Genoa sprofonda nell’ennesimo psicodramma della sua lunga esistenza…

La Samp di Giampaolo dopo oltre un mese e un solo punto in quattro partite torna a vincere e firma la doppietta nei derby stagionali dopo l’1-3 dell’andata.

Il Genoa non sfrutta il tonfo interno del Cagliari e resta tre punti sotto la salvezza, con il rischio di essere scavalcato anche dalla Salernitana che gioca lunedì a Bergamo e recupera giovedì con il Venezia. Per i rossoblu tre gare ancora da giocare, un calendario drammatico: Juventus in casa, Napoli al Maradona e ultima giornata a Marassi con il Bologna.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI SAMPDORIA – GENOA

Sampdoria Genoa
La Nord prima del match (AP LaPresse)

Il tabellino

SAMPDORIA – GENOA 1-0
25′ Sabiri
SAMPDORIA (4-4-2): Audero 7; Bereszynski 5.5, Ferrari 5.5, Colley 6.5, Augello 6.5; Candreva 6 (82′ Conti), Sensi 6 (67′ Vieira 6), Ekdal 6.5, Thorsby 6; Sabiri 7.5 (87′ Quagliarella), Caputo 5.5.
GENOA (4-2-3-1): Sirigu 6; Frendrup 6, Bani 6, Ostigard 5.5, Vasquez 5.5 (45′ Criscito 5); Sturaro 6 (37′ Portanova 5.5), Badelj 5; Galdames 5 (74′ Yeboah 6), Amiri 5.5 (56′ Gudmundsson 5.5), Ekuban  5.5(56′ Melegoni 5); Destro 5.5.
Ammoniti: Audero, Bereszynski, Gudmundsson, Ferrari