“Leclerc può farlo”, clamoroso annuncio in casa Ferrari: cosa sta succedendo

176

“Leclerc può farlo”, clamoroso annuncio in casa Ferrari: cosa sta succedendo proprio nelle ultimissime ore 

Non è solo una questione di assonanze fonetiche. Molto spesso per la sua aggressività e determinazione Charles Leclerc è stato avvicinato a Gilles Villeneuve.

Leclerc
Charles Leclerc in pole (ANSA)

Un paragone eccellente considerando che Villeneuve è uno dei piloti più amati e rimpianti di sempre dai tifosi della Ferrari.

La tragica morte di Gilles Villeneuve

Un incidente tremendo. Le immagini dell’epoca, estremamente drammatiche, hanno ricostruito migliaia di volte quel momento cercando di analizzare le cause della morte del pilota della Ferrari. In realtà Villeneuve uscì ancora vivo dallo schianto tremendo: ma in coma irreversibile. Il pilota canadese venne dichiarato morto alle 21.12, sette ore dopo l’incidente.

Binotto, Leclerc e #essereferrari

A quarant’anni di distanza dalla sua tragica morte sono moltissime le iniziative per ricordare il grande impatto che Villeneuve ebbe sulla Ferrari e sul mondo della Formula 1. Anche se paradossalmente vinse poco: solo sei gare e 13 podi nei 46 gran premi disputati. Binotto ammette che il paragone con tra Villeneuve e Leclerc è naturale. Ma che si tratta di due piloti diversi: “Oggi sarebbe molto difficile gestire un pilota come Villeneuve – ammette il team manager della Ferrari – perché all’epoca quando la strategia contava poco la scuderia si affidava completamente all’istinto del pilota. I rischi che questi ragazzi si prendevano all’epoca erano enormi. E nessuno diceva loro cosa fare o come preservare le gomme. La verità è che oggi Gilles non sarebbe mai morto”.

Enzo Ferrari
Enzo Ferrari, fondatore della scuderia: fu lui a volere Villeneuve (Foto ANSA)

La sicurezza dei piloti ha compiuto progressi straordinari da allora: “Allora i piloti accettavano qualsiasi rischio, si sedevano in mezzo al muso della macchina e a ogni contatto rischiavano la vita, quanto meno le gambe. La Ferrari ha dato un grande contributo a questa presa di coscienza collaborando in modo determinante. É un bene che la Formula 1 cresca, i paragoni sono sempre affascinanti, spesso impossibili”.

Tuttavia… “Leclerc è a buon punto per superare il record di vittorie di Villeneuve anche se superare l’aura di mito che questo nome suscita negli appassionati sarà difficilissimo per chiunque. Noi lo abbiamo considerato tale da sempre e nel nostro hashatg #essereferrari c’è molto di questo concetto. Avere il coraggio, la passione e la voglia di essere oltre. E Villeneuve certamente lo era…”