MotoGP, decisione immediata e senza appello: sono fuori dal Mondiale

425

MotoGP, decisione immediata e senza appello: sono fuori dal Mondiale. Alla vigilia della tappa di Le Mans arriva la conferma ufficiale

La bomba era scoppiata durante gli ultimi test della MotoGP. Suzuki, campione del mondo nel 2020 con Joan Mir, sarebbe stata pronta ad abbandonare il Motomondiale a fine stagione con una decisione unilaterale ma inappellabile.

La Suzuki di Rins (ANSA)

Sono passate quasi due settimane senza conferme ufficiali, ma nemmeno smentite da parte del team che da questa stagione è guidato di Livio Suppo. Le voci però corrispondevano al vero perché alla vigilia della tappa di Le Mans è arrivata la notizia che tutti temevano.

Ecco il comunicato ufficiale della Casa giapponese: “Suzuki Motor Corporation sta discutendo con Dorna riguardo la possibilità di concludere l’impegno in MotoGP alla fine del 2022. Sfortunatamente, la situazione economica attuale e la necessità di concentrare i propri sforzi nei grandi cambiamenti di questi anni obbligano Suzuki a spostare costi e risorse umane per sviluppare nuove tecnologie. Vogliamo esprimere la nostra più profonda gratitudine a Suzuki Ecstar Team, a tutti quelli che hanno sostenuto le attività per tanti anni. Così come a tutti i fan che ci hanno trasmesso il loro supporto”.

MotoGP, decisione immediata e senza appello: Dorna studia le contromosse

In effetti da quando le prime voci si erano sparse nel paddock del Motomondiale, Dorna Sports aveva rilasciato subito un comunicato chiarendo quella che era la sua posizione ufficiale. Nessun team può pensare di abbandonare la gare con un contratto ancora un corso e scegliendolo unilateralmente

E Carmelo Ezpeleta, che comanda Dorna, ha ribadito la posizione di chi organizza il Mondiale. “Non mi pare esista una soluzione, ma non ci interessa trattenerli a tutti i costi. Abbiamo già specificato che non si può rescindere il contratto unilateralmente e  stiamo parlando con loro. La decisione che hanno intrapreso deve essere discussa nel modo giusto”.

Carmelo Ezpeleta (ANSA)

Il patron di Dorna ha puntualizzato anche come ci siano già numerose richieste di altri team per entrare nel Motomondiale e in particolare nella MotoGP, quindi non c’è fretta. Una soluzione potrebbe essere la Leopard che già gareggia con successo in Moto3 (è il team di Dennis Foggia) e presto il quadro sarà più chiaro.