Marcell Jacobs, le dichiarazioni che non ti aspetti: tifosi preoccupati

182

Marcell Jacobs, le dichiarazioni che non ti aspetti: tifosi preoccupati. Il 27enne velocista di Desenzano del Garda, campione olimpico sui 100 metri, ha contratto un fastidioso virus

Ha avuto paura, Marcell Jacobs. Il fastidioso virus gastrointestinale contratto nei giorni in cui si trovava in Kenya e che lo ha costretto a un immediato ricovero in ospedale è diventato, con il sollievo di tutti, uno sgradevole ricordo. Il campione olimpico in carica dei 100 metri piani è infatti tornato in Italia dove si è sottoposto a una serie di analisi ed esami.

I quali hanno dato esiti più che confortanti: Marcell Jacbos è guarito, il virus non ha lasciato tracce e la grande paura è passata. Ora però dovrà ritrovare al più presto una condizione fisica accettabile che gli permetta di rispettare il calendario degli impegni agonistici.

Marcell Jacobs
Marcell Jacobs (LaPresse)

Intervenuto alla presentazione del libro di Nicoletta Romanazzi, la sua mental coach, Jacobs incalzato dalle domande dei tanti giornalisti presenti all’evento ha fatto il punto sulee sue condizioni fisiche post-virus: “Mi sono ripreso, il problema è superato e oggi ritorno in pista. Non è stato facilissimo – ammette il campione olimpico di Tokyo – anche perché ero dall’altra parte del mondo, però tutto si è risolto nel migliore dei modi e sono contento di tornare a correre“.

Marcell Jacobs può dunque tirare un forte sospito di sollievo e concentrarsi esclusivamente sui prossimi impegni, tutti significativi e importanti. Sulla sua partecipazione al primo di questi eventi agonistici. il Meeting di Savona in programma mercoledì 18 maggio, persiste ancora qualche dubbio legato ovviamente al suo stato di forma.

Marcell Jacobs, la frase che spaventa i tifosi: “Sono dimagrito parecchio”

Jacobs
Marcell Jacobs (Ansa)

Dubbi che lo stesso velocista alimenta con alcune dichiarazioni che mettono in allarme i suoi tifosi: “Mi sono asciugato tantissimo, però io sono una persona che in cinque giorni recupera quello che ha perso in un mese. Speriamo quindi che anche questa volta sia così. Sono stato bravo a nutrirmi nel modo migliore possibile, anche gli esami fatti sono abbastanza buoni, domani ne faremo altri“.

Si sente abbastanza bene, Jacobs, ma non ancora da poter fissare dei tempi precisi per il suo recupero: “Devo capire come sto, sicuramente ho perso tanto, tantissimo. Non so quanto tempo mi serve per ricominciare a spingere veramente al 100%: sabato e domenica non saranno giorni di relax, mi allenerò al massimo“.