Juventus-Lazio 2-2, Highlights, Voti, Tabellino: pareggio con addii

408

Nella giornata dei saluti per Dybala e Chiellini, la Juventus si fa bloccare in casa dalla Lazio che è aritmeticamente in Europa League

La Lazio pareggioa all’Allianz Stadium remdendo inutile l’ultima giornata di campionato in programma sabato sera alle 20.45 in contemporanea con Atalanta e Fiorentina, battuta nettamente a Genova.

Juventus Lazio
Vlahovic segna, Dybala festeggia (AP LaPresse)

Una partita quella della Juventus nel segno della commozione per l’addio di Chiellini, uscito dal campo al 17’ (diciassette le sue stagioni alla Juve) e di Paulo Dybala, che lascia il campo tra gli applausi al 77’.

Juventus-Lazio 2-2

Un risultato più significativo in senso assoluto proprio per la Lazio che si conferma al quinto posto senza doversi più guardare le spalle per garantirsi l’accesso alla prossima stagione di Europa League.

La partita

Dopo una fiammata della Lazio che coglie una traversa con un gran tiro Cataldi, la Juventus si porta in vantaggio. Gol al 10’ di Vlahovic, il 25esimo in Serie A: piazzamento perfetto quello del serbo che insacca di testa sul secondo palo un lungo cross di Morata. Esultanza con il mask trademark sign, così come nello stile di Dybala.

Lazio poco entusiasmante. Lo Stadium dedica un’ovazione meravigliosa e commovente a Chiellini. Annotazioni di contorno importanti anche perché la partita non offre moltissimo.

La Lazio non punge, e la Juve raddoppia. É il 36’ quando Morata riceve un suggerimento di Dybala con un gran destro sul palo più lontano.

Juventus Lazio
Chiellini visibilmente commmosso dopo l’uscita di scena a bordocampo (AP LaPresse)

Un po’ meglio la Lazio nel secondo tempo dopo il gol di Patric che al 51’ dimezza lo svantaggio. La palla gol più importante capita tuttavia a Kean, bravo a controllare di petto e tirare un appoggio di Bernardeschi. Palla appena fuori.

Partita che sembra spegnersi senza grandi emozioni con la gente concentrata soprattutto su Dybala, che passa in assegna il bordocampo a firmare sciarpe e magliette. Nel finale tutavia la Lazio rimedia. Prima si vede annullato il gol del pareggio a tempo quasi scaduto per un fallo in attacco di Milinkovic-Savic, fischiato appena prima del gran tiro vincente. Poi è lo stesso Milinkovic-Savic a segnare con una gran conclusione sulla respinta di Perin in contropiede sfruttando un errore in ripartenza di Cuadrado.

Lazio che non sarà dunque costretta a trovare la vittoria contro il Verona nell’ultimo turno in considerazione della vittoria della Roma 3-0 nel derby di ritorno, (3-2 per i biancocelesti) all’andata per assicurarsi il quinto posto. E’ aritmeticamente quinta. Un pareggio che non spegne gli applausi per Dybala e Chiellini ma di fronte al quale i tifosi storcono il naso.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI JUVENTUS – LAZIO

Juventus Lazio
Migliaia i banner per Dybala e Chiellini (AP LaPresse)

Il tabellino

JUVENTUS – LAZIO 2-2
11′ Vlahovic, 37′ Morata, 51′ Alex Sandro aut., 95’+5 Milinkovic Savic
JUVENTUS (4-2-3-1): Perin 6; Cuadrado 6.5, Bonucci 6, Chiellini SV (17′ De Ligt 6), Alex Sandro 5; Miretti 6, Locatelli 6 (62′ Aké 6); Bernardeschi 6, Dybala 6.5 (78′ Palumbo), Morata 7.5 (62′ Pellegrini 6); Vlahovic 7 (62′ Kean 6).
LAZIO (4-3-3): Strakosha 6; Lazzari 5 (84′ Radu), Patric 6, Acerbi 5.5, Marusic 5; Milinkovic-Savic 7, Cataldi 6.5 (76′ Leiva), Luis Alberto 5.5 (76′ Basic); Felipe Anderson 5.5, Cabral 5 (51′ Pedro 6), Zaccagni 6.
Ammoniti: Acerbi, Bernardeschi, Cuadrado, Milinkovic-Savic