“Ho un po’ paura”, è il momernto della verità per Gnonto: il sostegno dei tifosi dell’Inter

94

“Ho un po’ paura”, è il momernto della verità per Gnonto: il sostegno dei tifosi dell’Inter. Il 18enne attaccante di Verbania fresco di gol all’esordio in Nazionale è ancora sotto le luci dei riflettori

Per una settimana abbondante si è scritto e parlato solo di lui. Da illustre sconosciuto, Wilfried Gnonto è diventato il protagonista delle prime pagine dei quotidiani sportivi e non. La sua storia di 18enne attaccante cresciuto nelle giovanili dell’Inter e poi approdato in Svizzera nello Zurigo è stata analizzata nei minimi dettagli.

Gnonto
Wilfried Gnonto (Ansa)

Tra l’altro, Gnonto è balzato ancora di più agli onori della cronaca grazie al gol, il suo primo in maglia azzurra, realizzato nella disastrosa sfida di Nations League contro la Germania. Da quella sera le voci di mercato su un suo possibile ritorno in Italia si sono moltiplicate così come lo stesso giocatore ha dichiarato pubblicamente la sua voglia di tornare all’Inter.

Ma i tempi non sembrano ancora maturi: per il diciottenne Gnonto si prospetta qualche anno ancora lontano dal Bel Paese. Da giorni si vocifera infatti di un accordo trovato e solo da definire con i tedeschi dell’Hoffenheim.

Wilfried Gnonto. il momento della verità: che paura per l’esame di maturità

Gnonto
Wilfried Gnonto (Ansa)

Ma intanto, per il giovanissimo centravanti di Verbania, in queste ore era in programma un altro impegno fondamentale, da non fallire assolutamente: l’esame di maturità. Gnonto infatti, come tutti quelli che si sono interessati alla sua storia hanno appurato, è un ragazzo che oltre alla passione sfrenata per il calcio ama moltissimo lo studio.

Mi chiamavano il latinista del gol“, ha rivelato con un sorriso. E questa mattina, Gnonto si è presentato al liceo scientifico sportivo ‘Marco Pantani‘ di Busto Arsizio per sostenere la prima prova scritta dell’esame di maturità.

Ho un po’ paura – ha ammesso candidamente al cospetto di microfoni e taccuini dei giornalisti che sono andati ad intervistarlo -. Ma credo di aver studiato a sufficienza per superare anche questo esame“.

Gnonto è stato accolto come un eroe da suoi compagni di scuola e anche dal corpo docente della scuola. I professori in particolare non hanno perso l’occasione di farsi immortalare dai fotografi in compagnia della nuova stella del calcio italiano.