Stefano Tacconi, la dedica a un suo ‘maestro’ è da brividi: emozione sui social

130

Stefano Tacconi, la dedica a un suo ‘maestro’ è da brividi: emozione sui social. Continuano ad arrivare buone notizie sulle condizioni dell’ex portiere della Juventus

Continuano ad arrivare buone notizie dal centro di riabilitazione in cui da qualche giorno si trova Stefano Tacconi, l’ex portiere della Juventus colpito esattamente due mesi fa da una gravissima emorragia cerebrale che ne ha messo a repentaglio la vita stessa.

Andrea e Stefano Tacconi
Andrea e Stefano Tacconi (Instagram)

Ma grazie all’intervento immediato dei soccorsi e alla prontezza di riflessi del figlio Andrea, il suo primogenito, Stefano Tacconi è riuscito a farcela e a superare i gravissimi postumi dell’emorragia cerebrale. L’iniziale pessimismo dei medici, dovuto alle condizioni critiche del paziente, ha lasciato il posto a un ottimismo sempre più marcato.

Le lacrime di disperazione hanno finalmente lasciato il posto a un sorriso che lascia presagire un esito felice di questa drammatica vicenda. Perchè nel frattempo i segnali che continuano ad arrivare sono più che rassicuranti.

Andrea, il figlio di Stefano Tacconi, continua a diffondere notizie sulle condizioni del padre che sembra migliorare a vista d’occhio. E l’ultimo post apparso nelle storie del profilo Instagram ha suscitato emozioni uniche soprattutto tra i tifosi della Juventus.

Stefano Tacconi, il saluto a Dino Zoff è da brividi

Stefano Tacconi
Stefano Tacconi (Instagram)

Il post è una foto di molti anni che ritrae fianco a fianco Stefano Tacconi e unautentico  mito vivente come Dino Zoff. Fu proprio Tacconi, nell’estate del 1983, a raccogliere la pesantissima eredità lasciata dal leggendario numero uno friulano, campione del Mondo nel 1982 e titolare inamovibile tra i pali della Juventus dal 1972.

Il presidente Boniperti scelse proprio Tacconi, acquistandolo dall’Avellino e preferendolo ad altri autorevoli candidati. Nello scatto postato su Instagram, si può leggere nitidamente il messaggio inviato dall’ex portiere umbro al grande Zoff. Una frase che ha fatto venire i brividi ai tifosi bianconeri e agli amici di Tacconi: Grazie Dino, sto bene“.

Stavolta, rispetto ai messaggi precedenti, la grafia appare decisamente meno incerta e molto più nitida. Un segnale che tutto sta procedendo nella giusta direzione e che parlare di completa guarigione per Stefano Tacconi non sia affatto un’utopia. Sicuramente se ne saprà di più nei prossimi giorni, ma le premesse sono davvero confortanti.