Federer, il record è svanito: l’ha conquistato un grande rivale

324

Con Wimbledon 2022 in archivio sono arrivati due “verdetti” importanti per chi ai Championship non c’era almeno in campo, Roger Federer

Non poteva esserci occasione migliore per farsi rivedere in pubblico per Roger Federer che la sfilata dei campioni a Wimbledon in occasione del Centenario del mitico campo Centrale dei Champioship, sul quale il campione svizzero ha alzato per otto volte il trofeo più ambito.

Roger Federer
Roger Federer (Ansa Foto)

Sorridente e rilassato, Federer è tornato a calcare l’erba del Centrale in compagnia di alcuni dei tennisti/e più forti di tutti i tempi come Rod Laver, Rafa Nadal, Novak Djokovic, John McEnroe, Stefan Edberg, Chris Evert, Venus Williams e Billie Jean King. E’ entrato per ultimo Roger nella sfilata in quanto, tra quelli presenti, era quello con più titoli vinti a Wimbledon ben 8.

Vicino a lui sul green carpet c’era Novak Djokovic. Il serbo ha trionfato per il quarto anno consecutivo ai Championship, la settima in carriera. Prevedibile e meritata la vittoria in finale contro un Kyrgios cui va comunque il merito di aver impegnato l’ormai ex numero uno del mondo che, senza la possibilità di poter confermare i punti ottenuti con il trionfo del 2021 su Berrettini, è scivolata addirittura alla settima posizione del ranking Atp.

Federer perde un record: il nuovo detentore

Novak Djokovic
Novak Djokovic (Ansa Foto)

La finale disputata e vinta contro Kyrgios è servita a Djokovic anche per battere un record nella storia del tennis, detenuto fino a ieri proprio da Federer. Con quella di Wimbledon 2022, Nole è salito a quota 32 finali Slam disputate in carriera, superando di una lunghezza proprio Roger fermo alla 31esima giocata proprio nello Slam londinese nel 2019 e persa contro lo stesso Djokovic con il rimpianto di tre match point falliti nel quinto set.

Nella classifica dei finalisti Slam, oltre a Federer, Djokovic ora precede altri colleghi prestigiosi, nell’ordine Nadal (30), Lendl (19), Sampras (18), Laver (17), Borg e Rosewall (16). Vedremo se Nadal, l’unico che ancora può fronteggiare, riuscirà ad avvicinarlo.

Oltre al record di finali perso, è arrivato un altro verdetto storico per Federer che, da oggi, non ha più punti nel ranking Atp. Il residuo bottino è svanito con la mancata conferma di quelli ottenuti nel 2021 con il quarto di finale di Wimbledon, sua ultima partita finora disputata ormai un anno fa. Quando tornerà in campo in autunno alla Laver Cup e successivamente all’Atp di Basilea, Federer non avrà classifica.