“Non è una mia priorità”, Filippo Ganna ha cambiato idea: tifosi spiazzati

179

“Non è una mia priorità”, Filippo Ganna ha cambiato idea: tifosi spiazzati. C’era in ballo un grande progetto, ma dopo il Tour farà altro

Tredici tappe al Tour de France 2022 e nessuna vittoria italiana. Ce lo potevamo anche aspettare, visto che al via da Copenhagen erano soltanto in 14, ma la realtà dei fatti è anche peggiore dei pensieri. Il più vicino fino ad oggi è stato Filippo Ganna, proprio nelle ultime ore a Saint Étienne, una fuga che ha spiegato tante cose.

Filippo Ganna al Tour de France 2022 (ANSA)

Nell’ultima settimana del Tour il campione verbanese dovrà dedicarsi soprattutto alla strada e a tenere avanti sia Geraint Thomas che Adam Yates, gli uomini di classifica della Ineos. Poi, quando i giochi saranno comunque fatti, sabato 23 luglio potrà anche pensare a mettere il suo sigillo sulla penultima tappa, la lunga cronometro (quasi 41 km) che finirà a Rocamadour.

Fino ad oggi per lui è stata una stagione buona anche se non eccezionale: con la squadra ha puntato sul Tour e non sul Giro, perché ad agosto aveva un programma preciso da rispettare. Ora però abbiamo scoperto che Pippo ha cambiato e il tentativo per il record dell’ora non ci sarà.

Filippo Ganna ha cambiato idea: ci sono due grandi obiettivi da qui a fine stagione

Come ha raccontato lo stesso Ganna ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport’, quello resta un suo obiettivo ma senza fretta. In teoria era prenotato per provarci il 23 o 24 agosto sulla pista svizzera di Grenchen, quella ritenuta ideale dal suo gruppo di lavoro per riuscire a battere il record.

Ma quel tentativo non ci sarà, almeno non nelle prossime settimane come invece sembrava ormai certo: “Non è una mia priorità, come ho sempre detto. In tanti mi avevano chiesto di provare a farlo… Ma non veniva da me. In ogni caso, si aspetterà ancora un po’. Nel caso, slitterà all’anno prossimo”.

Filippo Ganna (ANSA)

I suoi obiettivi per i prossimi mesi sono due e in entrambi in  casi c’è di mezzo la maglia iridata. La terza settimana di settembre proverà a vincere il terzo Mondiale di fila a cronometro, dopo quelli di Imola e Lievin, sulle strade australiane di Wollongong. Poi dal 12 al 16 ottobre ci saranno i Mondiali su pista a Saint-Quentin-en-Yvelines, lo stesso velodromo francese che ospiterà le Olimpiadi 2024.