Tadej Pogacar ha detto no, dopo il Tour de France cambia tutto: tifosi impietriti

240

Tadej Pogacar ha detto no, dopo il Tour de France cambia tutto: tifosi impietriti. Lo sloveno è uscito sfinito dal Tour e prende tempo

L’ultimo Tour de France è stato bellissimo da vedere per il pubblico, ma massacrante per i ciclisti. Lo dimostra la media record registrata alla fine, superiore ai 42 km/h. E lo dimostra anche la decisione di Tadej Pogacar che ha scelto di cambiare tutti i suoi programmi.

Tadej Pogacar (ANSA)

Lo sloveno è uscito distrutto dal testa a testa appassionante con Jonas Vingegaard, una rivalità che si rinnoverà tra un anno. E così in accordo con la UAE Team Emirates ha deciso di rinunciare alla Vuelta, l’ultimo Grande Giro della stagione nel quale sarebbe partito come favorito,.

Rispettando i programmi presi da tempo, sabato 30 luglio sarà al via della San Sebastian Classic. Poi si prenderà una pausa fino al 28 agosto quando lo rivedremo in sella al GP Plouay in Francia. E ancora, la trasferta canadese con GP Québec e GP Montréal il 9 e 11 settembre, i Mondiali di fine settembre a Wallangong in Australia ma anche tre corse in Italia: il Giro dell’Emilia (1 ottobre), le Tre Valli Varesine (4 ottobre) e Il Lombardia l’8 ottobre.

Tadej Pogacar ha detto no, dopo il Tour de France cambia: il cast della Vuelta resta stellare

Nonostante la defezione di Tadej Pogacar, il cast della Vuelta di Spagna 2022 rimane stellare. Ci sarà Jai Hindley, capitano della Bora Hansgrohe come era stato al Giro d’Italia di maggio poi vinto dal giovane australiano. Ancora incerta la presenza di Primoz Roglic, al via pure Richard Carapaz, Remco Evenepoel e Julian Alaphilippe.

Le tappe della Vuelta 2022:
19 agosto Utrecht – Utrecht (cronoprologo a squadre) 23.3km
20 agosto ‘s-Hertogenbosch – Utrecht 175km
21 agosto Breda – Breda 193km
22 agosto Olanda-Paesi Baschi (trasferimento)
23 agosto Vitoria-Gasteiz – Laguardia 153km
24 agosto Irun – Bilbao 187km
25 agosto Bilbao – Pico Jano 180km
26 agosto Camargo – Cistierna 190km
27 agosto La Pola Llaviana – Collau Fancuaya 154km
28 agosto Villaviciosa – Les Praeres 175km
29 agosto Riposo
30 agosto Elche – Alicante (cronometro individuale) 31km
31 agosto ElPozo Alimentacion – Cabo de Gata 193km
1 settembre Salobreña – Peña Blanca 195km
2 settembre Ronda – Montilla 171km
3 settembre Montoro – Sierra de la Pandera 160km
4 settembre Martos – Sierra Nevada 148km

alaphilippe
Julian Alaphilippe (ANSA)

5 settembre Riposo
6 settembre Sanlucar de Barrameda – Tomares 190km
7 settembre Aracena – Monastero di Tentudia 160km
8 settembre Trujillo – Alto del Piornal 191km
9 settembre Talavera de la Reina – Talavera de la Reina 132km
10 settembre Moralzarzal – Puerto de Navacerrada 175km
11 settembre Laz Rozas – Madrid 100km