Max Verstappen, clamorosa rivelazione sulla Ferrari: non era mai successo

316

Max Verstappen, clamorosa rivelazione sulla Ferrari: non era mai successo. Il campione del mondo ha inaugurato un’era nuova nel Mondiale

Copione simile a quello di un anno fa, ma con interpreti diversi. Allora come oggi uno dei contendenti era Max Verstappen, e tutti sappiamo come è andata a finire. Ma dall’altra parte c’erano Lewis Hamilton e la Mercedes, abituati a lottare per il Mondiale, senza esclusione di colpi.

Max Verstappen (LaPresse)

Dal Gran Premio di Gran Bretagna in poi, quando Hamilton buttò fuori pista Verstappen costringendolo al ritiro, è stata un’escalation di colpi di scena ma anche di attacchi. Quelli in pista, con duelli sempre al limite. E quelli fuori dalla pista, con una serie di dichiarazioni sempre più pesanti, non tanto tra i due piloti quanto tra i loro team con duelli verbali pesantissimi.

L’epilogo di Abu Dhabi, con il titolo a Max e le polemiche feroci successive, ha chiuso un lungo capitolo riaperto in questa stagione con il nuovo duello contro la Ferrari. Ma il clima è decisamente diverso, lo abbiamo visto nelle prime dodici gare della stagione ed è così anche all’Hungaroring.

Max Verstappen, clamorosa rivelazione sulla Ferrari: in un anno è cambiato tutto

Lo conferma direttamente e senza problemi anche Max Verstappen. Ferrari e Leclerc, perché lo considera il monegasco come il vero rivale per il titolo, sono avversari ma leali. “Preferisco il duello che abbiamo ora – ha ammesso a Sky Sport – anzitutto perché Charles lo conosco molto bene. Un bravo ragazzo, abbiamo un’età simile e stiamo combattendo contro un concorrente molto rispettato come la Ferrari”.

La mente torna a quello che era successo nelle passate stagioni, quando l’olandese si stava affacciando nel mondo dei grandi piloti e c’erano stati spesso scontri con Maranello e i suoi pilori. Oggi gli unici duelli invece sono in pista. “Quando vincono dobbiamo solo andare a fare i complimenti, lo stesso fanno loro con noi e lo apprezzo molto”.

Mattia Binotto e Charles Leclerc (LaPresse)

Così come apprezza il rapporto che ha con alcuni membri dello staff in rosso, a cominciare da Mattia Binotto. “Anche lo scorso sabato sera ci siamo anche fatti una risata insieme al Paul Ricard, penso che questo sia fantastico. Le gare dovrebbero essere così. In pista siamo avversari, ma fuori ci si può divertire. Diciamo che non starei a  farmi due risate con la Mercedes al sabato…”.