Jannik Sinner, mazzata terribile e senza appello: è crollato tutto di colpo

347

Jannik Sinner, mazzata terribile e senza appello: è crollato tutto di colpo. Nubi nere sul futuro del campione azzurro, cambia tutto

Il primo obiettivo di questa seconda parte di stagione è fare più strada possibile nello US Open, capitolo finale degli Slam. Ma l’avventura di Jannik Sinner sul cemento nordamericano non è cominciata nel migliore dei modi.

Jannik Sinner a Montreal (ANSA)

Nella notte italiana il campione altoatesino è stato asfaltato al Masters 1000 di Montreal da Pablo Carreno Busta (numero 23 al mondo) con il punteggio di 6-2 6-4 in 85 minuti,. La spagnolo si conferma giustiziere degli italiani, dopo aver eliminato al primo anche Matteo Berrettini, e in realtà non c’è stata nemmeno partita.

Lo dimostrano alcuno dati, come i 25 errori gratuiti commessi da Sinner contro i soli 12 del suo avversario che ha servito anche molto bene (78% dei punti vinti con la prima di servizio). Nei momenti topici del match Carreno è stato sul pezzo, Sinner invece ha sprecato qualche occasione buona e ora la strada verso le Nitto ATP Finals di Torino si complica terribilmente.

“Non sono riuscito a trovare nessuna soluzione, ho giocato male mentre lui ha sbagliato poco e ha servito bene. Ho sbagliato tante palle – ha spiegato l’azzurro a fine partita – soprattutto di diritto, cosa che non mi succede quasi mai. Sono andato completamente fuori ritmo e fuori tempo con qualsiasi colpo”.

Jannik Sinner, mazzata terribile e senza appello: a Toronto fuori anche Camila Giorgi

Nelle altre partite del torneo canadese successi delle ultime teste di serie rimaste, Casper Ruud e Felix Auger-Aliassime che  si affronteranno nei quarti di finale. Il norvegese ha battuto 6-7 7-6 6-4 lo spagnolo Roberto Bautista Agut. Il canadese invece Cameron Norrie in due set per 6-3 6-4. Negli altri quarti giocheranno Nick Kyrgios contro il polacco Hubert Hurkacz e poi Daniel Evans e Tommy Paul.

Poca fortuna in Canada anche per Camila Giorgi, fuori agli ottavi nel WTA di Toronto, vinto un anno fa. La marchigiana è stata battuta in rimonta da Jessica Pegula (3-6 6-0 7-5) e quindi non difenderà i 900 punti conquistati nel 2021 scendendo ancora nella classifica mondiale. Camila bene solo per un set, ma troppo arrendevole nel secondo e sprecona nel terzo.