Egan Bernal, finalmente arriva la conferma ufficiale: sta per tornare in corsa

298

Egan Bernal, finalmente arriva la conferma ufficiale: sta per tornare in corsa. Il colombiano non ha cominciato la stagione, ma ora c’è

Tutto è cominciato il 24 gennaio, quando Egan Bernal in allenamento sulle strade della sua Colombia aveva impattato violentemente contro un autobus fermo. Tutto potrebbe ricominciare esattamente sette mesi dopo, il 24 agosto con il suo rientro ufficiale alle gare.

Egan Bernal in allenamento (Twitter)

Nelle prime settimane dopo il botto c’era apprensione per le sue condizioni fisiche, nessuno poteva dire con certezza che sarebbe tornato a camminare, figuriamoci salire su una bici. Ma grazie alla perfetta assistenza da parte dei medici e alla sua forza di volontà, il vincitore del Tour de France 2019 e del Giro d’Italia dello scorso anno ha ripreso.

Rivederlo in bici è stata la prima grande vittoria. La seconda sarà quando tornerà in corsa e sta per succedere. I più ottimisti speravano di vederlo al via della Vuelta a Burgos ad inizio mese per preparare la Vuelta a España 2022, ma la sua condizione non è tale da poter pensare ad un Grande Giro. Invece, come ha anticipato ‘La Gazzetta dello Sport’, il piano della Ineos è quello di farlo rientrare al Giro di Germania che scatterà il 24 agosto, Una corsa a tappe più corta e più morbida, giusto per riprendere la confidenza con la strada.

Egan Bernal, finalmente arriva la conferma ufficiale: ecco quando lo rivedremo e chi sarà alla Vuelta

Egan Bernal quindi non sarà tra i 184 ciclisti al via della Vuelta a España 2022. Sarà l’ultimo Grande Giro della stagione e appuntamento ideale anche per chi vuole preparare i Mondiali su strada di fine settembre in Australia. Al via le 18 formazioni WorldTour, le due Professional Alpecin – Deceuninck e Arkéa – Samsic invitate di diritto ma anche due spagnole e tra Professionale spagnole.

Mancheranno i due grandi duellanti dell’ultimo Tour, Tadej Pogacar e Jonas Vingegaard ed è in forte dubbio pure Primoz Roglic, che pure ha vinto le ultime tre edizioni. Ma i problemi alla schiena dopo le cadute alla Grande Boucle stanno presentando il conto. Tra i big Richard Carapaz e Jai Hindley che si sono sfidati sulle strade del Giro d’Italia, con la vittoria di quest’ultimo.

Nibali
Vincenzo Nibali (LaPresse)

Ma da seguire anche la Bahrain Victorious con Mikel Landa, la EF Education – EasyPost che porta Hugh Carthy ed Esteban Chaves, la Movistar con Enric Mas e Alejandro Valverde, oltre a Remco Evenepoel leader della Quick-Step Alpha Vinyl. E poi Vincenzo Nibali, che come Valverde saluterà il pubblico alla Vuelta, guidando la Astana.