Valentino Rossi, annuncio ufficiale: la conferma fa impazzire i tifosi

847

Valentino Rossi, annuncio ufficiale: la conferma fa impazzire i tifosi. Il team dell’ex fuoriclasse di Tavullia è al centro di possibili trattative

Valentino Rossi, un nome una garanzia. L’ex fuoriclasse del motociclismo mondiale, nonostante il ritiro dalle competizioni annunciato più di un anno fa, continua a suscitare attenzione ed interesse da parte dei media e nel circus della MotoGP.

Valentino
Valentino Rossi (LaPresse)

A tenere viva una visibilità che non è affatto scemata con l’addio alle gare del fuoriclasse di Tavullia è soprattutto il VR46 Racing Team, la squadra di proprietà di Valentino Rossi
che gareggia nel Motomondiale.

Vale la pena ricordare che il team creato dal nove volte campione del Mondo è stato conosciuto per ragioni di sponsorizzazione, dal 2014 al 2021, come Sky Racing Team VR46, mentre dal 2022 ha acquisito il nome Mooney VR46 Racing Team.

La squadra di proprietà del Dottore è legata, fino al 2024, da un contratto stipulato due anni fa con la Ducati. I due piloti del team, Luca Marini e Marco Bezzecchi, stanno svolgendo un buon lavoro, culminato con il primo podio conquistato ad Assen e con ancora parecchi margini di miglioramento in vista delle prossime gare.

Valentino Rossi, la Yamaha vuole l’accordo con VR46

VR46
Racing Team VR 46 (LaPresse)

Proprio per questo, la squadra di proprietà di Valentino Rossi è entrata decisamente nel mirino della Yamaha, da tempo alla ricerca di un team satellite. La casa motociclistica giapponese del resto non sembra avere molte alternative, visto che sulla griglia della MotoGP ci sono ben otto Desmosedici GP.

Verrebbe quasi naturale pensare ad un inevitabile coinvolgimento del team Mooney VR46, visti gli eccellenti rapporti tra Valentino Rossi e la Casa di Iwata

Dalla prossima stagione di MotoGP, l’Aprilia avrà finalmente il suo team satellite RNF, strappato proprio alla Yamaha. Il CEO Massimo Rivola ha offerto un contratto triennale a Razlan Razali che non ci ha pensato due volte a mollare la trattativa in corso con Lin Jarvis.

Il costruttore giapponese è rimasto, di fatto, l’unico ad avere solo due prototipi in pista per il 2023 e bisognerà correggere lo squilibrio che si è andato così a formare. In Ducati però sono fiduciosi di continuare con VR46 fino al termine del 2024, nonostante secondo alcuni osservatori il contratto potrebbe essere stralciato con un anno di anticipo.