Monza, l’annuncio clamoroso di Galliani su Dybala: tifosi sconvolti

329

Monza, l’annuncio clamoroso di Galliani su Dybala: tifosi sconvolti. L’attaccante argentino ha lasciato la Juventus da svincolato dopo sette anni

E’ stato insieme a due suoi grandi amici come Paul Pogba e Angel Di Maria uno dei cosiddetti svincolati d’oro. Paulo Dybala, a cui la Juventus non ha voluto rinnovare il contratto dopo sette anni trascorsi insieme, ha lasciato i bianconeri a giugno a parametro zero.

Galliani
Adriano Galliani (LaPresse)

Tra i club che da subito avevano mostrato interesse per acquisire le prestazioni del 28enne attaccante argentino l’Inter sembrava il più convinto ad affondare il colpo. L’amministratore delegato Beppe Marotta del resto è da sempre un grande estimatore de La Joya e ha cercato fino aquando è stato possibile di portarlo ad Appiano Gentile.

Ma la pista nerazzurra non si è concretizzata, nonostante un accordo di massima raggiunto da tempo tra le parti. Svanita la possibilità di andare all’Inter, l’entourage di Dybala ha preso contatti con altre società, italiane e straniere.

Tra queste, a sorpresa, c’è stato anche il Monza neopromosso in Serie A. Il club brianzolo di proprietà di Silvio Berlusconi aveva individuato ne La Joya il grande colpo a effetto per scatenare l’entusiasmo dei tifosi biancorossi.

Monza, Galliani rivela: “Volevamo Dybala”

Dybala
Paulo Dybala (LaPresse)

La conferma di una clamorosa trattativa che ad un certo punto sembrava sul punto di concretizzarsi arriva dalle parole dell’amministratore delegato del Monza, Adriano Galliani.

Il grande campione a cui avevamo pensato che, come ha raccontato nei giorni scorsi il presidente Berlusconi, ha declinato l’offerta, è Paulo Dybala. Avevo invitato gli agenti a casa mia, ma il giocatore preferiva un club che disputasse le coppe europee”.

Alla fine il sogno di portare Dybala in Brianza è sfumato e ora la Joya sta facendo sognare i tifosi della Roma.

Ma a parte la trattativa non andata in porto per l’argentino, il Monza ha comunque acquistato dei giocatori di alto livello che dovrebbero garantire la permanenza in Serie A del club brianzolo.

Galliani in tal senso predica prudenza: “Salvezza obiettivo riduttivo? Ma no, le statistiche dicono che in genere retrocedono quasi 2 squadre su 3 delle neopromosse. La A è un altro sport rispetto alla Serie B, dobbiamo farcene una ragione”.