Renzi, uscita a vuoto: che flop sul calcio

149

Matteo Renzi, a colpi di tweet, continua ad attaccare il Governo Meloni per gli aiuti al calcio con la rateizzazione che ha agevolato la vita fiscale di diverse società di serie A. Che lo stia facendo per seguire l’onda politica fiorentina sembra abbastanza chiaro, considerato che il club viola era l’unico ad opporsi, perché i voti di Renzi (quei pochi rimasti) sono in Toscana e perché ai suoi tweet compare sempre il mi piace di Joe Barone. La Fiorentina aveva e ha le sue ragioni ma Renzi ha stancato con questa battaglia. Per due ragioni, forse tre: il suo Governo, con Lotti Ministro, ha ammazzato il calcio in Italia. Il calcio ha bisogno di aiuti perché è un bene comune di tutta la Popolazione e terzo perché il Governo Meloni non ha fatto sconti ha semplicemente buttato palla avanti e quei soldi li riavrà, anche con gli interessi, al costo attuale del danaro. La battaglia politica, Renzi, l’ha già persa ma così rischia di diventare stucchevole. Il tifoso può farlo, pur sempre, alla Fiesole. Un abbonamento omaggio gli sarà regalato senza grossi problemi.