Alonso shock: alza bandiera bianca

Fernando Alonso spiazza i tifosi in Formula 1, il suo annuncio è una doccia gelata sulle ambizioni nel prossimo campionato

Una dichiarazione senza dubbio netta quella del pilota dell’Aston Martin, Fernando Alonso, che ora metterà in forte discussione quanto era stato costruito negli ultimi mesi.

Alonso shock: alza bandiera bianca
Alonso critico in questo momento di fine stagione (LaPresse) – sportitalia.it

Di tutti i difetti possibili, sicuramente non si può attribuire quello della schiettezza per Fernando Alonso. Il pilota a 42 anni ha capito come la retorica non fa proprio per lui, sa benissimo come funziona il mondo della Formula 1 e non vuole creare delle illusioni.

L’asturiano in questa stagione ha lottato soprattutto nella prima parte del 2023, quando l’Aston Martin aveva una marcia in più. Poi, è calata la macchina con le modifiche da inserire necessariamente per non incappare in dei guai con la Fia… e sono calate anche le prestazioni di Alonso. Ora arrivato a un punto di non ritorno.

Alonso duro con l’Aston Martin, cos’è successo

Il pilota spagnolo sta così pensando al futuro, partendo da un colpo netto già rivelato e che sta facendo discutere i tifosi. Fernando Alonso è schietto all’inverosimile, a 42 anni sa benissimo come la sua missione della trentatreesima vittoria in carriera diventa sembra più un’utopia. Sognava di raggiungere questo obiettivo in questa stagione, la situazione è calata drasticamente tanto da far ammettere una sorta di verità: Alonso non ritiene l’Aston Martin competitiva.

Alonso shock: alza bandiera bianca
Alonso critico con l’Aston Martin degli ultimi tempi (LaPresse) – sportitalia.it

Nelle sue ultime dichiarazioni ha ammesso la resa della macchina, che non corre più agli standard di qualche mese fa e sta subendo rimonte su rimonte in gara e nelle classifiche. Alonso alza bandiera bianca:Nelle ultime tre gare di questa stagione di F1 credo onestamente che non lotteremo per nessun obiettivo. Nel mondiale dei costruttori siamo ormai bloccati al quinto punto, in quello dei piloti mi faranno perdere delle posizioni”.

Viva la schiettezza, quindi, per Alonso, che al momento ha conquistato 183 punti e getta così i tifosi del team nello sconforto per queste ultime tre gare di novembre: “Appare già incredibile il fatto di essere davanti a Russell e Norris, ma perderemo queste posizioni perché le altre macchine sono più veloci di noi in questo momento”.

Tre gare in cui cercare quindi di salvare il salvabile, considerando come Alonso – per altro – ha ancora un margine di vantaggio sul ferrarista Charles Leclerc, che ha 17 punti in meno di lui e potrebbe superarlo come i due piloti citati dall’asturiano.

Impostazioni privacy