Tegola pesantissima in Serie A: si ferma un campionissimo

Arriva una ‘mazzata’ clamorosa per una squadra di Serie A, si ferma un grande campione: la notizia preoccupa i tifosi.

La Serie A perde uno dei suoi protagonisti più importanti. Nella fase probabilmente più delicata della stagione, si ferma uno dei migliori giocatori del campionato, un calciatore di altissimo livello, pedina fondamentale nello scacchiere di una squadra che, a suon di grandi prestazioni, sta lottando concretamente per un posto nella prossima super Champions League.

Infortunio per un campione
Tremenda notizia per un campione: tifosi in lacrime (Ansa) – Sportitalia.it

Una batosta del genere era l’ultima cosa che i suoi tifosi avrebbero voluto. L’infortunio è infatti arrivato subito dopo il rientro in campo, e stavolta il problema fisico potrebbe essere ben più grave rispetto al recente passato. Lo ha confermato a caldo il suo stesso allenatore, Vincenzo Italiano: “Credo si sia stirato“.

Parole che hanno gelato il sangue di tutti i supporter della Fiorentina, ammutoliti dall’ennesimo infortunio per quello che dovrebbe essere l’autentico trascinatore della squadra, quel Nico Gonzalez croce e delizia dei cuori viola.

Nemmeno il tempo di rientrare in campo dal primo minuto dopo un piccolo problema fisico che lo ha condizionato nell’ultimo periodo, che l’argentino si è infatti procurato un altro infortunio, stavolta grave, nella serata di Budapest con il Ferencvaros. E stavolta, in attesa degli esami strumentali, la sensazione è che il suo stop possa essere molto lungo.

Fiorentina, Nico Gonzalez ancora ko: quante partite potrebbe saltare

Leggendo i freddi numeri, la stagione dell’attaccante viola sembrerebbe fino a questo momento positiva. Nico è stato protagonista di 9 gol e due assist in diciannove presenze in tutte le competizioni dallo scorso agosto a oggi.

Infortunio Nico Gonzalez
Nico Gonzalez finisce ko: i tempi di recupero sono lunghi (Ansa) – Sportitalia.it

In realtà, specialmente nelle ultime tre settimane, non ha però potuto godere della continuità necessaria per poter fare la differenza. A Salerno era rimasto in panchina per novanta minuti, contro il Parma in Coppa Italia non era stato convocato e con la Roma aveva giocato solo 18 minuti nel finale. Che la sua condizione fosse tutto meno che ottimale, dunque, era palese. Nessuno poteva però aspettarsi un suo nuovo infortunio alla prima gara da titolare dopo circa venti giorni.

Nella sfida decisiva con la squadra allenata da Dejan Stankovic, l’attaccante argentino si è bloccato durante uno scatto, buttandosi subito a terra e toccandosi il flessore. Che il problema fosse serio, si era intuito immediatamente. Quando un giocatore è costretto a uscire in barella, le sensazioni non possono certo essere positive.

La prima diagnosi di Italiano è stata di un sospetto stiramento. La conferma arriverà solo dagli esami, ma la cosa certa è che il 2023 per lui è già finito. Nella migliore delle ipotesi potrebbe infatti rientrare in campo nel turno di campionato dell’Epifania, quando i viola saranno chiamati ad affrontare il Sassuolo.

Ma c’è addirittura il rischio concreto che l’argentino possa essere costretto a saltare la Supercoppa in Arabia. E per la squadra toscana sarebbe, obiettivamente, una beffa clamorosa.

Impostazioni privacy