La prima retrocessione in Serie B del Sassuolo

Il dado è tratto: il Sassuolo è in Serie B. Il club neroverde è sempre stato un’oasi felice in Serie A. Un “nuovo” Chievo Verona solo sovradimensionato per la grandezza della città che lo ospita. Quest’anno però qualcosa non ha funzionato e dopo 11 anni consecutivi nel massimo campionato torna in B. Un campionato sciagurato quello della squadra emiliana, in continua difficoltà, sempre sull’orlo della zona retrocessione. In cui poi il Sassuolo è crollato quando è arrivato il colpo di grazia del gravissimo infortunio del leader tecnico, Domenico Berardi.

Sassuolo, 11 anni dopo sarà Serie B anche per mano del suo artefice

11 anni fa, il Sassuolo saliva per la prima volta in Serie A, vincendo il campionato di Serie B, guidato da Eusebio Di Francesco. Se la sconfitta casalinga col Cagliari aveva dato la quasi certezza già all’ora di pranzo, le partite delle 15 hanno ufficializzato la retrocessione. Ai neroverdi serviva infatti un doppio incastro per non retrocedere, infatti, Empoli e Frosinone avrebbero dovuto perdere le rispettiva gare. Ma così non è stato.

Nella rocambolesca gara del Bluenergy Stadium di Udine, l’Empoli ha sfiorato la vittoria, venendo raggiunta al 103’ da un rigore di Samardzic. Ma soprattutto a Monza, il Frosinone ha vinto 0-1 con un gol di Cheddira. Detto che l’italo marocchino si sta guadagnando la salvezza in Serie A col Frosinone a suon di gol dopo aver fallito la promozione col Bari, fa impressione pensare che a sancire questa retrocessione in Serie B del Sassuolo sia stato anche un artefice della promozione di 13 anni fa. Infatti, Eusebio Di Francesco, la cui esperienza sulla panchina ciociara è la più positiva da quella con la Roma (in cui andò subito dopo Sassuolo), coi 3 punti in Brianza ha ufficializzato la retrocessione dei neroverdi.

Il progetto continua

Nonostante il dramma della retrocessione in Serie B, il Sassuolo ora rilancia. Infatti con l’appoggio della famiglia Squinzi, l’AD neroverde Carnevali ha confermato che i neroverdi sfrutteranno questo addio alla Serie A anche per imparare dagli errori e migliorarsi. C’è dunque da attendersi che il Sassuolo diventi immediatamente una delle favorite della prossima Serie B.

Impostazioni privacy