Clamoroso Alex Zanardi: epilogo da brividi

Alex Zanardi, epilogo da brividi: sul web è stato ripercorso un periodo particolare della vita dell’ex pilota

Il tempo è volato, inesorabile, in questo caso infame. Era il 15 settembre 2001 quando Alex Zanardi fu vittima di uno sciagurato incidente che quasi gli costò la vita. Un uomo di grandi valori, tempra morale, carattere e coraggio. Lo ha dimostrato in pista, finché ha potuto correre. Ma soprattutto fuori, con i suoi insegnamenti sulla vita che ancora oggi mettono i brividi.

Dramma Zanardi: il finale è da brividi
Zanardi, che dramma: l’epilogo è da brividi (Ansa) – Sportitalia.it

Una vita che si è accanita nei confronti di Alex e che in occasione di una gara del campionato Cart di scena in Germania, gli costò caro. Non la vita ma l’amputazione degli arti inferiori e la fine del suo sogno, la fine della sua prima esistenza. Ma come una fenice Zanardi, non senza fatica, è stato in grado come pochi di rialzarsi, di reinventarsi. Ed il campione che avevamo apprezzato sulle quattro ruote è stato capace di stupire, seppur in maniera differente. Un carisma spaventoso lo ha portato lontano, ad avere un successo anche superiore rispetto ai traguardi passati.

Dopo quell’incidente di 23 anni fa, Alex non si è arreso ed è tornato. Il mondo dello sport lo ha accolto a braccia aperte e dopo oltre 16 operazioni chirurgiche subite, è diventato un vero e proprio campione di handbike. Uno sport che lo ha visto consacrarsi come campione del mondo e con ben 4 medaglie d’oro ottenute alle Olimpiadi, a Londra prima nel 2012 e Rio de Janeiro poi nel 2016. Ma la vita, ancora una volta, lo ha messo alla prova.

Il 19 giugno di quattro anni fa, Alex è stato vittima di uno spaventoso scontro frontale con un camion. In un giro d’allenamento in handbike sulle strade di Pienza, in Toscana, l’ex pilota ha rischiato seriamente di morire.

Zanardi e il suo ritorno: epilogo senza gioie

Sei mesi in coma farmacolgico, il ritorno a casa nel 2021. Poi il silenzio, di chi lentamente sta provando a rialzarsi. Ancora e ancora, nonostante gli schiaffi della vita.

Dramma Zanardi: il finale è da brividi
Zanardi, che dramma: l’epilogo è da brividi (Lapresse) – Sportitalia.it

A questo punto però il ricordo dei fan rimane vivo e anche sul web il suo nome è cliccatissimo. Sono in molti a volerlo ricordare, a fare tesoro dei suoi insegnamenti. Dall’importanza dello sport ai valori che i giovani possono assumere appassionandosi a questo mondo.

Una manciata di ore fa la pagina ‘Formula +’ su ‘X’ ha pubblicato un post davvero toccante. “Un caso diverso”, si legge. Si parla della sua carriera ed una tendenza praticamente opposta ai colleghi. Alex prima in Formula 1, con un rendimento abbastanza irregolare, e poi in Indycar.

Fu due volte campione CART, prima di fare il suo rientro con la Williams in F1 nel 1999 ma senza grossi risultati. Non riuscì ad adattarsi alla vettura, né a segnare punti per la scuderia inglese per un epilogo da dimenticare. Anche in questo però è stato un pilota più unico che raro. Ed il mondo dello sport – e non solo – non può nel frattempo fare altro se non attendere notizie confortanti riguardo alle sue attuali condizioni di salute.

Impostazioni privacy