Ferrari, le dichiarazioni di Binotto a Monza: i tifosi sperano

481

Ferrari, le dichiarazioni di Binotto a Monza: i tifosi sperano un buon risultato nel GP d’Italia. Il team principal di Maranello ha parlato a Sky

Mattia Binotto
Mattia Binotto (Foto: Getty)

Nella giornata di venerdì sono andate in scena sia le prime prove libere che le qualifiche del Gran Premio di Monza. Con il formato sperimentale approvato dalla Formula 1 in tre gare di questa stagione (Silverstone e poi Interlagos) il sabato diventa dedicato alla Sprint Qualifying, la gara veloce per assegnare la pole position. Saranno appena 18 giri lanciati, in uno dei circuiti più veloci del lotto, per vedere chi partirà in prima posizione la domenica. La Mercedes ha mostrato la sua superiorità tecnica su una pista amica negli ultimi 10 anni (ben 7 vittorie) e ha piazzato Bottas davanti a Hamilton. Il finlandese, però, avendo cambiato tutte le componenti della power unit, sarà costretto a partire dall’ultimo posto nel GP. Ciò significa che la battaglia potrebbe essere circoscritta ai soliti due contendenti: Hamilton e Verstappen. Il campione inglese sa benissimo che questo week end rappresenta una grande occasione per il contro sorpasso e vuole sfruttarla al meglio.

LEGGI ANCHE >>> US Open, Djokovic a un passo dalla leggenda: Zverev ko al quinto set

LEGGI ANCHE >>> Michael Schumacher, dalle lacrime alla rabbia: il racconto dei figli

Ferrari, le dichiarazioni di Binotto a Monza: “La doppia partenza è un’opportunità da sfruttare”

Ferrari Monza
La Ferrari di Leclerc sui cordoli di Monza (Foto: Getty)

Per quanto riguarda le altre scuderie, da segnalare una velocità davvero convincente della McLaren, non così distante dalla Red Bull con Norris e Ricciardo, in seconda e terza fila. A seguire si trovano Gasly e le due Ferrari di Sainz e Leclerc. La ‘Rossa‘ non ha saputo far meglio della quarta fila, ma spera di guadagnare delle posizioni con la partenza. A parlare di questo c’ha pensato anche il team principal Mattia Binotto, sottolineando l’opportunità: “Avere due start al sabato e alla domenica è una chance che possiamo sfruttare – spiega ai microfoni di Sky Sportsia con Carlos che con Charles. Abbiamo un gap di motore che conosciamo, circa una ventina di cavalli e questo ci penalizza nei confronti ad esempio della McLaren. Era un week end difficile e lo sapevamo, ma l’obiettivo della terza fila è sfumato davvero di poco, con distacchi minimi. Ce la giochiamo domenica”. I tifosi, accorsi numerosi sugli spalti nonostante le restrizioni per il Covid, sperano in un miracolo per la gara di casa, ricordando ancora l’impresa di Leclerc nel 2019. Il “predestinato” non vede l’ora di infiammarli ancora. Se non sarà quest’anno, di certo il prossimo.