Ferrari, l’annuncio di Mattia Binotto carica i fan: succederà molto presto

404

Ferrari, l’annuncio di Mattia Binotto carica i fan: succederà molto presto e preannuncia un finale di stagione molto interessante

Per bravura e per circostanze fortunate, la Ferrari è rientrata dalla trasferta di Sochi per il GP di Russia con il terzo podio stagionale di Carlos Sainz ma anche con la gara tutta d’attacco di Charles Leclerc. La buona notizia per i tifosi del Cavallino è che entrambi i piloti hanno lottato per la vittoria e non solo per un piazzamento, anche se non tutto è andato come doveva.

Carlos Sainz sul podio a Sochi (Getty Images)

Sotto esame in Russia c’era soprattutto la nuova power unit, per ora montata solo sulla monoposto di Charles Leclerc e le risposte sono state ottime. Al punto che, a fine gara parlando con Sky Sport, Mattia Binotto ha fatto un annuncio importante per il futuro delle Rosse e in particolare di Carlos Sainz.

“Il motore si è comportato bene, come ci aspettavamo. Per Charles è stato un contributo importante nella sua gara e questo è un aspetto positivo per la sua stagione. Non ci aspettavamo di fare tanti punti con lui, ma per come si era messa la gara tutto sommato c’era la speranza di poterci riuscire. Buon per lui che avrà a disposizione la power unit nuova per il resto della stagione”.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Formula 1, Verstappen al settimo cielo: Hamilton è avvisato

Ferrari, l’annuncio di Mattia Binotto: quando arriverà la nuova power unit per Sainz?

E allora che ne sarà di Sainz? “Avrebbe potuto fare ancora meglio con la nuova power unir e quindi la monteremo il prima possibile, crediamo che sia un vantaggio. Prenderemo la decisione basandoci sulle caratteristiche del tracciato e sull’opportunità di realizzare sorpassi. Ha dimostrato di funzionare molto bene, Charles è quasi sempre stato in lotta con Verstappen”.

(Getty Images)

Da migliorare invece ci sono le scelte in corsa e le comunicazioni dai box che hanno penalizzato il finale di Leclerc e la sua strepitosa rimonta. “Impareremo anche da questo, dovremo migliorare in ogni area e soprattutto nei pit-stop: i primi due non sono stati perfetti e ci sono costati qualche posizione”.