Ciclismo, Milano-Torino, volata imperiale di Roglic davanti a Yates

77

Podio straniero, ma di altissimo livello, quello della Milano-Torino, classica autunnale che prelude al Giro di Lombardia, ha vinto Primoz Roglic

Roglic
Primoz Roglic dopo la vitoria dell’oro olimpico nella cronometro su strada (Getty Images)

Con una volata degna delle due giornate migliori, Primoz Roglic ha conquistato la vittoria della Milano-Torino, classica del calendario ciclistico, giunta alla sua edizione numero 102.

Ciclismo, Roglic trionfa a Torino

La Milano-Torino è una delle grandi classiche del calendario del ciclismo professionistico, la prima in assoluto a entrare a far parte delle competizioni importanti fin dal 1876. Tornata stabilmente nel calendario dal 2012, la Milano-Torino (199 km.) è la prima delle tre classiche italiane che animano le settimane di solito immediatamente successive al mondiale: domani infatti è in programma il Giro del Piemonte, sabato il Giro di Lombardia, 239 chilometri da Como a Bergamo, attraverso numerosi valichi tra Brianza e Alpi Bergamasche.

La Milano-Torino segue un percorso molto tradizionale, estremamente selettivo con il tradizionale arrivo a Superga.

LEGGI ANCHE > Ciclismo, Colbrelli re del Fango: trionfo d’altri tempi alla Parigi Roubaix

Ordine d’arrivo

Tutto si risolve nel corso degli ultimi chilometri dopo alcune fughe interlocutorie. Sulla prima ascesa verso Superga si isola un gruppo di tre corridori tra i quali il campione del mondo Julien Alaphilippe. Poi lo scatto di Vansevenant che sembrava poter andare a buon fine. Finale a ritmo elevatissimo con Adam Yates che trascina il gruppo prima di inggiare un appassionante testa a testa con Roglic. A trionfare con una progressione imperiosa arriva in solitudine davanti a Yates e Joao Almeida con il trionfatore del Tour Tadej Pagacar quarto, a 35” di ritardo.