Roma, clamorosa novità dell’ultim’ora: c’è un addio a sorpresa

237

Roma, clamorosa novità dell’ultim’ora: c’è un addio a sorpresa. Scossone imprevisto all’interno del club giallorosso, tifosi spiazzati

Dan e Ryan Friedkin
Dan Friedkin presidente dell’As Roma (Gettyimages)

Un fulmine a cielo quasi sereno. Nonostante la dolorosa sconfitta nel derby, in casa Roma si respirava un clima abbastanza sereno soprattutto in virtù delle nette vittorie in Conference League contro gli ucraini dello Zorya e in campionato contro l’Empoli di Andreazzoli. Al di là del pesante indebitamento societario, la solida e rassicurante presenza del presidente Dan Friedkin e la figura quasi ieratica di Josè Mourinho hanno indubbiamente riportato entusiasmo e fiducia nella tifoseria giallorossa. Poche ore però fa una notizia del tutto inattesa ha creato più di una perplessità in tutto l’ambiente capitolino.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Roma, un addio facilita l’assalto a un big: Mourinho entusiasta

LEGGI ANCHE>>>Roma-Empoli 2-0, Highlights, Voti e Tabellino: senza difficoltà

All’improvviso e senza alcun preavviso l’amministratore delegato della Roma, Guida Fienga, ha rassegnato le dimissioni lasciando il proprio incarico che ricopriva dal 2019. L’esperto dirigente che lavorava nel club giallorosso fin dai primi anni della gestione di James Pallotta, ha avuto un ruolo di grande rilievo nella lunga trattativa per il passaggio di proprietà alla famiglia Friedkin. Un lavoro molto apprezzato dal munifico imprenditore texano ed esclusivista del marchio Toyota in ben cinque stati del Nord America tanto da convincerlo a confermare Fienga l’estate scorsa come amministratore delegato della Roma.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato, due volti nuovi nella Capitale: gli annunci di Roma e Lazio

Fienga
Guido Fienga ex ad della Roma (Getty Images)

Roma, a sorpresa l’addio di Fienga: decisivo il suo ruolo nel progetto dello stadio

Nel comunicato ufficiale diramato dalla Roma poche ore fa, il club giallorosso ha confermato l’addio di Fienga dal ruolo di amministratore delegato ma non quello definitivo dal club capitolino. Il dirigente continuerà ad occuparsi di alcune questioni chiave per lo sviluppo economico e commerciale della società come probabilmente il progetto del nuovo stadio di proprietà in qualità di consulente esterno. Prosegue dunque l’opera di profonda ristrutturazione del club da parte del presidente Dan Friedkin, un lavoro inziato poco più di un anno fa.