Lucas Hernandez, vicenda da incubo per il fratello di Theo: i fatti

131

Lucas Hernandez, il fratello di Theo, giocatore del Milan e della Nazionale francese, è stato convocato dal tribunale di Madrid e rischia una condanna alla reclusione

Lucas Hernandez
Lucas Hernandez, problemi con la giustizia spagnola (Getty Images)

Una brutta vicenda che risale al 2017, un caso di maltrattamento per una discussione avvenuta con la moglie, per strada, a Madrid. Ma le conseguenze per Lucas Hernandez rischiano di essere molto serie.

Lucas Hernandez, cosa è successo

Il difensore della Francia e del Bayern Monaco, 25 anni, dovrà comparire davanti ai giudice della 32esima sezione penale del tribunale di Madrid per rispondere dell’accusa di aggressione e lesioni personale. La disposizione è stata ufficializzata dal tribunale di Madrid con la formula consueta: “Il signor Lucas Hernandez è chiamato a comparire in questa corte il 19 ottobre alle ore 11 al fine di essere accompagnato nella struttura carceraria di sua scelta”.

La legge spagnola prevedeva dunque il carcere, a seguito di un reato riscontrato dalle forze dell’ordine. Hernandez, che giocava nell’Atletico Madrid, aveva avuto una discussione molto violenta con la sua fidanzata, per strada. Erano volati insulti, spintoni e un paio di schiaffi. I due, che all’epoca dei fatti erano fidanzati, furono portati in caserma per essere identificati.

LEGGI ANCHE > Tragedia in Kenya, assassinata Agnes Tirop, primatista mondiale

Lucas Hernandez
Lucas Hernandez con la maglia della nazionale francese (Getty Images)

Le nozze dopo la lite

La questione finì in tribunale. Non tanto per la denuncia della fidanzata, anche se il giocatore fu sottoposto a un periodo di restrizione e di ‘distanza forzata’ dalla donna.

Una vicenda surreale se si considera che Lucas e la sua ragazza Amalia Llorente (conosciuta proprio a Madrid durante il suo periodo con i Colchoneros) non solo fecero la pace, ma si sposarono poche settimane dopo. Nozze che durano tutt’oggi.

Ma la questione legale andò avanti. I due erano stati fermati al loro rientro dal viaggio di nozze, Hernandez fu arrestato, sua moglie fu identificata a piede libero. La procura chiese un anno di carcere per il giocatore che nel 2019 fu condannato in forma definitiva. Una pena che il calciatore non ha mai scontato. Di qui il mandato di cattura che gli impone di presentarsi in tribunale spontaneamente. Perché di fatto Hernandez per la legge spagnola è latitante. Ora gioca in Germania, con il Bayern Monaco.

La difesa di Lucas Hernandez ha presentato appello e richiesta di archiviazione. Ma tutti i ricorsi precedenti sono stati bocciati. E di fatto, se Hernandez dovesse varcare il confine spagnolo anche solo per un impegno ufficiale con la sua squadra, rischia di finire in carcere.