Formula 1, la novità spiazza tutti: colpo di scena clamoroso

352

Formula 1, la novità spiazza tutti: colpo di scena clamoroso. Ancora una volta nella lotta per il Mondiale Piloti può cambiare tutto

Non succederà nel prossimo weekend, quello del GP del Messico, ma in quello successivo quando la Formula 1 tornerà dopo due anni ad Interlagos. Il Gran Premio del Brasile sarà anche l’ultima occasione quest’anno per vedere una doppia corsa, perché sarà preceduto dalla Gara Sprint del sabato.

(Getty Images)

Come è già successo a Silverstone e Monza, anche in quella occasione ci sarà la prova da 100 km che assegna punti ai primi tre classificati ma soprattutto determina la griglia. Un’innovazione che nelle intenzioni di chi organizza il Mondiale di Formula 1 doveva servire per ravvivare la giornate delle Qualifiche e renderle meno noiose.

Un esperimento riuscito? Piloti e scuderie sono divise, anche se in linea di massima hanno mostrato di gradire la novità. Meno entusiasta il pubblico come ha dimostrato anche un recente sondaggio di un ente qualificato: i tifosi sono ancora legati alla tradizione e non accetterebbero l’inversione dei posti sulla griglia di partenza (come in Formula 1) o altre novità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Verstappen-Hamilton, un ex campione si schiera: “Spero vinca lui”

Formula 1, la novità spiazza tutti: la decisione definitiva arriverà il mese prossimo

Ma ormai la decisione è presa. Anzi, nella prossima stagione come ha anticipato Stefano Domenicali (ex team principal Ferrari e oggi CEO di Liberty Media che organizza il Mondiale), le Gare Sprint passeranno da tre a sei. Oltre alle tre di quest’anno, probabilmente anche Spa, Suzuka e Austin.

Formula 1
Formula 1 a Monza (Foto: Getty)

Una decisione definitiva sarà presa il 15 dicembre durante il Consiglio Mondiale della FIA. Ma secondo ‘La Gazzetta dello Sport’ circola l’ipotesi di modificare il format. La seconda sessione del venerdì sarebbe quella valida per formare la griglia di partenza mentre la Sprint del sabato sarebbe un evento a parte, anche se continuerà ad attribuire punti. Tra le idee quella di “un’inversione dello schieramento parziale (per le prime 8 o 10 posizioni) o totale, basandosi sulla classifica del Mondiale o sulla lista dei tempi del venerdì”.