Gianluca Scamacca, ancora guai in famiglia: il nonno la combina grossa

215

Gianluca Scamacca, ancora guai in famiglia: il nonno la combina grossa. Dopo quello che era successo con il padre a Trigoria, nuovo shock

Chi lo conosce bene, descrive due lati di Gianluca Scamacca: ragazzo generoso ma anche fumantino. Nulla però in confronto a quello che negli ultimi mesi ha combinato parte della sua famiglia. Episodi nei quali il giocatore del Sassuolo e della Nazionale c’entra nulla ma che ancora una volta rischiano di pesare.

Gianluca Scamacca, ancora guai in famiglia (LaPresse)

A maggio era stato il padre dell’attaccante a mettersi in cattiva luce con un’irruzione ingiustificata a Trigoria, il centro di allenamento della Roma. Ora invece tocca al nonno paterno di Scamacca, Salvatore. Il 62enne nelle ultime ore per motivi ancora da chiarire  è entrato in un bar di Fidene (alla periferia della Capitale, dove anche lui cresciuto) minacciando di morte un cliente con un coltello.

Gli ha puntato la lama vicino alla gola, ha dato in escandescenze e per bloccarlo è servito  l’intervento delle Forze dell’ordine. Come racconta ‘Il Messaggero’, i poliziotti di stanza in zona prima hanno cercato di calmarlo e poi lo hanno immobilizzato, disarmandolo. Il nonno di Scamacca è stato quindi arrestato per detenzione di un’arma, minacce aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Melissa Satta pronta a tornare in tv: l’indizio social – FOTO

Gianluca Scamacca, ancora guai in famiglia: i veri rapporti con il padre e il nonno

Tutto questo è successo a distanza di sei mesi dall’altro fattaccio. A metà maggio, una sera Emiliano Scamacca (padre di Gianluca) era entrato a Trigoria indossando una felpa del Sassuolo e imbracciando una mazza da baseball. Per motivi ancora oggi non chiariti, aveva cominciato a colpire le vetture di alcuni dirigenti giallorossi prima di essere bloccato da alcun poliziotti.
Gianluca Scamacca, famiglia problematica (LaPresse)

Sia questa volta che allora, è corretto ricordare che Gianluca Scamacca ha rapporti soltanto occasionali con la parte paterna della famiglia. Come ha raccontato più volte, è sempre stata la madre (insieme a sua sorella) a seguirlo anche quando a 16 anni aveva lasciato la Roma per andare al PSV Eindhoven. Ed è stata sempre lei a trattare con i suoi agenti: ne ha cambiato quattro in pochi anni, oggi è gestito da Alessandro Lucci.