Premier League, il Covid non dà tregua: altri rinvii in calendario

288

Dopo la decisione della Germania di giocare tutti gli eventi sportivi dal 28 dicembre in poi senza pubblico, la Premier League rimette mano al calendario con altri rinvii

Premier
La Premier League affronta una nuova emergenza Covid  (Getty Images)

Il Covid, e in particolare la variante Omicron, preoccupano. Dopo i recenti rinvii e le emergenze che hanno riguardato in particolare Leicester e Manchester United, la Premier League ha deciso nuovi rinvii che danneggiano il tradizionale Boxing Day.

Premier League, Boxing Day a rischio

Il Boxing Day, nella cultura calcistica inglese è la tradizionale giornata di Santo Stefano. Quando quasi tutti i campionati più importanti d’Europa sono fermi per le festività natalizie, in Premier League si gioca regolarmente e, proprio la giornata del Santo Stefano, ribattezzata Boxing Day, è quella che racchiude le partite più interessanti del campionato.

Purtroppo, sotto questo aspetto, la pandemia richiede estrema cautela e molta attenzione. Di qui la decisione della Lega inglese di giocare regolarmente il turno di campionato nonostante due rinvii che sono già stati ufficializzati: si tratta delle partite Liverpool-Leeds e Wolverhampton-Watford che erano in programma alle 12.30.

LEGGI ANCHE > Bundesliga marcia indietro: cautela e decisione drastica

Manchester United
Anche il campo di allenamento del Manchester United è stato chiuso a causa del Covid (AP LaPresse)

Calendario da recuperare

In teoria il resto del calendario dovrebbe essere confermato. Ma, da parte di alcune società, si avanzano perplessità circa la decisione della Lega di giocare comunque. Si tratta pur sempre di un turno che rischia di aumentare ulteriormente la preoccupazione a causa dei contagi sempre più numerosi non soltanto tra i civili ma anche tra i calciatori.

L’ultima emergenza, in modo particolare, riguarda il Leeds United che è stato costretto a chiudere il proprio centro sportivo per gli allenamenti. Anche il Watford di Claudio Ranieri continua ad avere diversi giocatori positivi, tanti da non poter condurre regolarmente un allenamento e, sicuramente, di giocare una partita ufficiale.

Secondo il calendario la Premier League dovrebbe giocare almeno altri due turni di campionato a cavallo della fine dell’anno. Dopo le gare del 2 gennaio è in programma una sosta per il turno di FA Cup che nel frattempo ha ridimensionato i suoi programmi. In caso di parità le gare non si rigiocheranno, così come vuole l’antichissima tradizione della coppa. Ma si ricorrerà a tempi supplementari e rigori.