MotoGP, Bagnaia è al settimo cielo: i tifosi possono sorridere

387

MotoGP, Bagnaia è al settimo cielo: i tifosi possono sorridere. Il pilota Ducati è arrivato quinto nell’ultima gara in Argentina

Ci sono grandi aspettative per quello che potrà succedere nel week end di Austin, anche con il ritorno di Marquez. Pecco deve iniziare la sua rimonta se vuole puntare al titolo mondiale.

Pecco Bagnaia
Bagnaia festeggia sul podio (AnsaFoto)

Una pista amica, tanta voglia di riscatto e la sensazione che ci sia ancora tanto in ballo da potersi giocare. La MotoGP si affaccia negli Stati Uniti in questo week end per il quarto appuntamento iridato della stagione 2022. Dopo Termas de Rio Hondo si torna a Austin, dove la Ducati ha ottenuto cinque podi dal 2013 a oggi, nelle precedenti edizioni. L’anno scorso, tra l’altro, fu proprio Bagnaia ad ottenere la pole position, in uno dei suoi momenti magici che sembravano poter riaprire la lotta con Fabio Quartararo. Questo campionato ha mostrato finora maggiori difficoltà, ma il quinto posto in Argentina è stata una buona iniezione di fiducia in vista del prosieguo. L’alternanza sul gradino più alto del podio di Espargarò, Oliveira e Bastianini ha mantenuto la classifica piuttosto livellata verso il basso e offre ancora scenari interessanti. Pecco sa di non poter sbagliare ma ad aumentare la sua fiducia è il ritrovato feeling con la Ducati, dopo un avvio complicato.

MotoGP, Bagnaia è carico in vista di Austin: “Ho ritrovato il feeling con la Ducati”

Pecco Bagnaia
Bagnaia festeggia sul podio (AnsaFoto)

Proprio alla vigilia delle prime prove libere in Texas, il pilota piemontese ha ribadito: “Durante l’ultimo GP in Argentina sono riuscito finalmente a ritrovare le stesse sensazioni che avevo lo scorso anno sulla mia Desmosedici GP e sono molto contento perché significa che stiamo lavorando nella giusta direzione. Posso dire che il mio Mondiale è realmente iniziato la scorsa settimana e ora sono determinato a mantenere questo trend positivo. Domenica correremo ad Austin, su una pista dove l’anno scorso ho chiuso terzo partendo dalla pole position. Spero di poter essere altrettanto competitivo quest’anno ed ottenere altri punti importanti per il campionato“. Non resta che attendere i primi responsi del cronometro e sperare che almeno per un week end tutto fili liscio, dal meteo alle dinamiche in pista. Il treno per il successo è ancora fermo al binario.