Champions League, una big cambia allenatore: il nome fa impazzire i tifosi

249

Champions League, una big cambia allenatore: il nome fa impazzire i tifosi. Ha firmato per i prossimi tre anni, ora parte la rivoluzione

Difficile assistere impotenti ai trionfi, in patria come in Europa, delle rivali. Eppure è il destino che da troppo anni tocca al Manchester United che ha deciso di cambiare di nuovo. Da oggi infatti Erik ten Hag è il nuovo allenatore dei Red Devils.

Manchester United 2022 (ANSA)

Il tecnico olandese porterà a termine la stagione all’Ajax e poi volerà in Inghilterra subentrando a Ralf Rangnick che però in realtà rimarrà al club come direttore tecnico. Una rivoluzione in due mosse, dopo la firma per 3 anni (e opzione anche sul quarto) che ha messo fine ad una serie di voci sui nuovi allenatori del club.

Nei mesi scorsi il più vicino era stato Antonio Conte, prima che si accasasse al Tottenham. Poi più di recente ballavano la candidature di Zinedine Zidane, attualmente ancora a spasso, e di Mauricio Pochettino che a fine stagione potrebbe essere liberato dal PSG. Invece tocca a ten Hag che come spiega Sky Sport News è costato 2 milioni di euro per sciogliere la clausola con l’Ajax.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Manchester United (@manchesterunited)

Champions League, una big cambia allenatore:  ten Hag ritrova Guardiola, hanno lavorato insieme

Le prime parole del nuovo allenatore sono improntate all’ottimismo. “Un grande onore e sono estremamente entusiasta della sfida che ci attende. Conosco la storia di questo grande club e la passione dei tifosi, sono assolutamente determinato a costruire una squadra in grado di raggiungere i successi che meritano. Sarà difficile dire addio all’Ajax dopo questi anni incredibili”.

Erik ten Hag all’Ajax (ANSA)

Attualmente i Red Devils sono staccati di 3 punti da Tottenham e Arsenal, squadre al quarto posto in Premier League e che hanno una partita giocata in meno. Chiaro che il nuovo tecnico speri di giocare in Champions League, ma sa bene che comunque dovrà cominciare una nuova era all’insegna dei giovani.

La sua carriera sulla panchina è cominciata nelle Giovanili del Twente e poi come assistente in Prima Squadra di Steve McClaren. Nel 2012-2013 guidava i Go Ahead Eagles, portati in Eredivisie e alla fine di quell’anno fu chiamato dal Bayern Monaco: Pep Guardiola allenava la Prima Squadra, lui quella delle Riserve che serviva da serbatoio per i grandi. Ma la vera esplosione è stata con l’Ajax dal 2018 a oggi.