Toto Wolff lancia l’allarme prima di Imola: “Lo dice la matematica”

397

Toto Wolff lancia l’allarme prima di Imola: “Lo dice la matematica”. Il team principal della Mercedes ha le idee molto chiare sul futuro

Un anno fa la Mercedes era arrivata al weekend di Imola con altro spirito e una carica diversa da quella attuale. Lewis Hamilton era in piena lotta con la Red Bull di Max Verstappen e in pista era stata battaglia vera tra i due.

Toto Wolff (LaPresse)

Oggi però la situazione si è ribaltata. In testa con grande margine ci sono la Ferrari e Charles Leclerc, tra i due Mercedes quello più avanti è George Russell. Ma soprattutto le monoposto anglo-tedesche fino ad oggi non hanno mai dato segnali di vita accumulando ritardi importanti sia nelle Qualifiche che in gara.

Tutto questo Toto Wolff lo vede chiaramente e per questo alla vigilia del GP di San Marino non vuole illudere nessuno. “Da un punto di vista matematico e di probabilità – ha detto a Sky Sports F1 – direi che abbiamo il 20% di possibilità di farcela e l’80% di non farcela. Nelle gare tutto può succedere e se sblocchiamo il potenziale dell’auto siamo di nuovo in gioco. Da pilota magari direi che le possibilità sono del 40%, ma a livello matematico le probabilità contro di noi sono maggiori”.

Toto Wolff lancia l’allarme: ecco quello che deve fare la Mercedes a Imola

Il team principal austriaco sa bene che al momento colmare il gap di 8-9 decimi con Ferrari e Red Bull è complicato anche se nella squadra tutti stanno dando il massimo. “Sappiamo di non avere il loro ritmo, ma stiamo lavorando duramente per ridurre il loro vantaggio, ed è stato emozionante vedere tutti collaborare per raggiungere questo obiettivo. C’è stato un sacco di duro lavoro durante il fine settimana di Pasqua in fabbrica per apportare miglioramenti alla vettura”.

Mercedes
Mercedes 2022 (ANSA)

Il Mondiale di Formula 1 sta per tornare su una delle sue piste storiche, nel weekend che prevede anche la gara Sprint, e Wolff ha ben chiaro quello che dovranno fare: “Questo è un circuito di vecchia impostazione, con un layout impegnativo e che piace molto ai piloti. Le Qualifiche saranno fondamentali a causa della pista stretta, dobbiamo tornare a fare bene”.