Stefano Tacconi, la paura non è passata: il primo bollettino ufficiale dei medici

471

Stefano Tacconi, la paura non è passata: il primo bollettino ufficiale dei medici. Le condizioni dell’ex portiere di Juventus e Nazionale

La prima notte in ospedale per Stefano Tacconi è passata, ma fino ad ora lo staff medico che lo ha in cura ad Alessandria aveva preferito mantenere silenzio e riserbo. Adesso però arrivano le prime parole ufficiali della struttura sulle sue condizioni.

Tacconi
Stefano Tacconi (Ansa)

Ha spiegato ufficialmente tutto il dottor Andrea Barbanera, direttore della Struttura di Neurochirurgia che lo ha seguito, spiega: “Tacconi è arrivato in ospedale ieri 23 aprile nel primo pomeriggio a seguito di una emorragia cerebrale da rottura di un aneurisma. Le condizioni sono apprese subito importanti e serie, abbiamo immediatamente svolto le indagini necessarie e durante la notte un trattamento per evitare una seconda emorragia”.

L’evoluzione in casi come questi è imprevedibile e tutti, a cominciare dalla sua famiglia, dovranno avere pazienza: “Al momento le condizioni sono ancora importanti ma stazionarie e la stazionarietà in questo caso è un evento favorevole. Sarà possibile avere una più precisa idea sugli esiti solo nei prossimi giorni. Sicuramente rispetto a ieri un piccolo passo avanti è stato fatto”.

Stefano Tacconi, la paura non è passata: tutto ikl caklcio tifa per lui

A Stefano Tacconi e alla sua famiglia in queste ora stanno arrivando tantissimi messaggi di solidarietà, per dargli forza. Come quello di Massimiliano Allegri in conferenza stampa prima di partire per Sassuolo. “Faccio la cosa più importante di tutta la conferenza: in bocca al lupo a Stefano Tacconi, speriamo di rivederlo presto”.

E poi ci sono i tifosi che l’hanno sempre apprezzato sia come giocatore (non solo con la maglia della Juventus) che successivamente. Ecco un paio di testimonianze lasciate in rete: