Salernitana-Venezia 2-1, Highlights, Tabellino: quarta vittoria in cinque gare

155

Ancora una vittoria per la Salernitana di Davide Nicola che conquista, nel recupero contro il Venezia, un successo fondamentale nella corsa verso la salvezza

Quarta vittoria in cinque partite per la Salernitana che batte il Venezia e ottiene due risultati fondamentali con un solo successo.

Salernitana Venezia
Bonazzoli dopo il rigore del vantaggio dei campani (AP LaPresse)

Il primo è quello di spingersi al di là della zona retrocessione, superando il Cagliari e vivendo il suo primo fine settimana, ufficialmente, fuori dalla zona che porta in Serie B.

Salernitana-Venezia 2-1

Il secondo è quello di spingere in modo ormai irrimediabile il Venezia verso la retrocessione. Nonostante il recente cambio in panchina, infatti, i lagunari, alla loro decima sconfitta consecutiva, sono ultimi in classifica con 22 punti. Un gap di ben nove lunghezze proprio sulla Salernitana. Non abbastanza per decretare la retrocessione aritmetica ma decisamente molti per pensare, con un minimo di buon senso, ha una insperata rimonta nelle ultime tre giornate di campionato.

La partita

In una sfida per forti di cuore, la Salernitana concretizza lo spirito di uno stadio teso al massimo sforzo che non ha smesso per un solo istante di sostenere la sua squadra. Il vantaggio su calcio di rigore trasformato da Bonazzoli dopo un fallo di mano sotto misura da Ceccaroni e concesso da Mariani dopo molte proteste e tanta tensione.

Il Venezia nel secondo tempo coglie l’unico momento di debolezza dei campani: Henry mette in gol una corta respinta della difesa avversaria su un bel pallone di Aramu. Il Venezia si chiude, alla Salernitana – dopo il pareggio nel posticipo di Bergamo – un altro punto non basta. E tutto si traduce in una lunga offensiva che si concretizza nel vantaggio firmato da Verdi, perfetto nella conclusione a rete dopo un affondo di Kastanos.

Salernitana Venezia
Simone Verdi, autore del gol decisivo, uno dei migliori in campo (AP LaPresse)

Il Venezia prova ad attaccare e va anche vicino al pareggio nel finale, con Aramu. Ma non è nemmeno molto fortunato. Poi resta anche in dieci per l’espulsione di Ampadu.

Si conclude con la squadra in trionfo in uno stadio ribollente di gioia. Tre squadre alle spalle. Alla Salernitana ora tocca mantenere questo stesso ritmo-scudetto fino alla fine della stagione. Un ritmo-scudetto che si traduce in salvezza.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI SALERNITA – VENEZIA

Il tabellino

SALERNITANA – VENEZIA 2-1
6′ rig. Bonazzoli, 58′ Henry, 67′ Verdi
SALERNITANA (3-5-2): Sepe (64′ Belec); Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi, Ederson, Bohinen, L.Coulibaly (62′ Kastanos), Zortea (74′ Ruggeri); Bonazzoli (62′ Verdi), Djuric (84′ Perotti).
VENEZIA (3-4-1-2): Maenpaa; Svoboda (75′ Nsame), Caldara, Ceccaroni; Mateju (84′ Johnsen), Peretz (63′ Crnigoj), Ampadu, Haps (46′ Ullmann); Aramu; Henry, Okereke (63′ Busio).
Espulso: 89′ Ampadu, somma di ammonizioni
Ammoniti: Ceccaroni, Mateju, Ederson, Svoboda, Busio, Bohinen, Henry