Genoa-Bologna 0-1, Highlights, Voti, Tabellino: vince la Gradinata Nord

286

Il Genoa già retrocesso perde anche l’ultima partita di campionato contro il Bologna ma i suoi tifosi danno una dimostrazione di affetto davvero indimenticabile

Come canterebbe Vasco Rossi, che è tornato sul palco ieri, “Senza Parole”. Genoa e Bologna potevano anche non giocare, e godersi lo spettacolo di un pubblico davvero straordinario.

Genoa Bologna
La splendida coreografia della Nord per l’ultima di campionato in Serie A del Genoa (AP LaPresse)

Rispondendo ai funerali, una tradizione goliardica genovese che ha visto i tifosi della Sampdoria in processione in città per commemorare la retrocessione del Genoa, i tifosi della Gradinata Nord hanno dato una dimostrazione di affetto rara e a tratti commovente.

Genoa-Bologna 0-1

Nessuna speranza per il Genoa ormai condannato alla Serie B dopo quindici anni di massimo campionato. Si trattava semplicemente di lasciare la Serie A con dignità e rispetto. I tifosi della Nord cantano dall’inizio alla fine, come se fosse una festa per un grande traguardo. Cori incessanti, un autentico mantra continuo che accompagna le squadre fino all’ultimo istante, indipendentemente da quanto accade sul campo.

La partita

Un Genoa non brillantissimo per la verità, che evidenzia i soliti problemi di organizzazione e di gioco. Ma che scende in campo con il fiero proposito di puntare a una vittoria e quantomeno al terz’ultimo posto. Tante novità del Bologna con Mihajlovic che schiera tantissimi giovani ed esordienti.

Tra i pali del Genoa c’è l’esordiente Semper che sfodera un paio di grandi interventi sia nel primo che nel secondo tempo. Ma non può nulla sulla zampata ravvicinata di Barrow al 66’ che sfrutta un rimpallo e insacca tornando al gol dopo una luna astinenza. Genoa a testa bassa fino al termine: Yeboah sfiora il pari, Frendrup colpisce un gran palo di sinistro. Ma la stagione è questa. Al Genoa non ne va dritta una. E chiude senza nemmeno l’ultima soddisfazione di un pareggio sostanzialmente meritato.

Genoa Bologna Barrow
Musa Barrow, autore del gol partita (AP LaPresse)

Si chiude con i giocatori del Genoa ad applaudire la Nord. E si ricomincia. Con Blessin guida tecnica e una nuova proprietà che cercherà di riorganizzare la vita del ‘vecchio Balordo’ alle prese con l’ennesima stagione da dimenticare, alla vigilia del suo 130esimo anniversario dalla fondazione del club.

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI GENOA – BOLOGNA

Il tabellino

GENOA – BOLOGNA 0-1
66′ Barrow
GENOA (4-2-3-1): Semper 6.5; Hefti 5.5, Östigard 5.5, Vasquez 6.5, Criscito 6 (71′ Ekuban 5.5); Galdames 5.5 (46′ Frendrup 6), Hernani 6 (67′ Rovella 6.5); Portanova 5.5 (46′ Melegoni 6), Amiri 6 (56′ Cambiaso 6), Gudmundsson 5.5; Yeboah 5.5.
BOLOGNA (3-5-2): Bardi 6.5 (88′ Bagnolini), Amey 6.5 (71′ Hickey 5.5), Binks 6 (46′ Stivanello 6.5), Bonifazi 6; De Silvestri 6, Dominguez 6, Schouten 5.5 (46′ Urbanski 6), Aebischer 5.5, Dijks 6.5; Raimondo 6 (75′ Vignato 6), Barrow 7.
Ammoniti: Aebischer, Galdames, Criscito, Ostigard