Giro d’Italia, Nibali implorato dai tifosi: il parere del web è unanime

285

Oggi il gran finale del Giro d’Italia che arriva a Verona con la cronometro conclusiva, e per Nibali si alza un autentico plebiscito

Tanti cartelli per Nibali. Che su dai tornanti del Fedaia ha avuto modo di toccare con mano ancora una volta la grande passione dei suoi tifosi e il loro straordinario affetto.

Giro Italia Nibali
(Foto ANSA)

Dopo l’annuncio di Vincenzo Nibali nel corso della prima settimana della corsa, quello nel quale confermava la sua intenzione di ritirarsi, lo Squalo è stato letteralmente travolto dall’affetto degli appassionati italiani.

Giro d’Italia, l’ultima tappa di Nibali

Una passione tangibile, concreta, che l’ha spinto sui dai tornanti per resistere a una tappa complicatissima che lo ha visto chiudere un po’ più lontano dalla maglia rosa, ma al quarto posto. Un bilancio più che positivo per uno che a febbraio non sapeva nemmeno se partire o ritirarsi direttamente senza passare dal via.

“Squalo ripensaci”

Evidentissima la risposta della gente italiana di fronte a un Nibali in grado di tenere alta la bandiera italiana in un’edizione sottotono per i nostri ciclisti con due veterani, come lui e Pozzovivo, unici a soggiornare nella Top 10 di fronte alla legione straniera. Un invito, quasi una supplica, culminata ieri in un cartellone evidentissimo a bordo strada “Squalo ripensaci” inquadrato più volte durante la diretta.

Ma a quanto pare Nibali non ha alcuna intenzione di ripensarci: “Sono contento del Giro che ho fatto e di questo quarto posto che mi ripaga di essere arrivato fino alla fine, in una stagione nella quale in tutta sincerità pensavo di fermarmi. E basta”.

Giro Italia Nibali
Oggi l’ultima tappa del Giro per Vincenzo Nibali (Foto ANSA)

La Marmolada per lui è stato un autentico calvario: “Mai avuto un buon rapporto con questa salita, ma mi sono concentrato su quello che dovevo fare. E l’ho fatto. Ringrazio la gente che mi sta vicino e mi garantisce così tanto affetto. Ma quando sono partito dall’Etna ero fuori dai primi venti, e non la vedevo benissimo. Ma ora devo ringraziare Martinelli che mi ha convinto ad allenarmi e a fare una stagione solo per il piacere di correre.

“Ripensare al ritiro? – si chiede Nibali rispetto alla richiesta della gente e del web – dopo questa Marmolada direi proprio di no. Ho dato tutto. Ma sono contento di tutto quello che ho dato”.

Ma sul web ieri l’hashtag #squaloripensaci era in tendenza.