MotoGP, l’annuncio di Bastianini stupisce tutti: riguarda il suo futuro

237

MotoGP, l’annuncio di Bastianini stupisce tutti: riguarda il suo futuro. Il pilota della Ducati del Team Gresini è in piena lotta per il titolo

Con tre vittorie è finora il pilota che ha centrato il maggior numero di successi nel 2022. Al Mugello è stato vittima di una sfortunata caduta a metà gara che gli ha tolto una concreta chance di podio.

Enea Bastianini
Enea Bastianini (AnsaFoto)

In classifica è attardato di 28 punti rispetto a Fabio Quartararo e occupa la terza posizione generale. Enea Bastianini è senza dubbio la grande sorpresa di questo 2022 assieme all’Aprilia di Aleix Espargaro. Il riminese si sta trovando alla grande con la Ducati del Team Gresini e ha portato a casa già tre successi (Qatar, Austin e Le Mans). Purtroppo a frenarne l’ascesa in graduatoria è stata la caduta del Mugello, dove stava rimontando alla grande ed era possibile ottenere un podio. Nemmeno il tempo di pensarci troppo, però, perchè da oggi si torna a fare sul serio sul circuito di Barcellona. Al Montmelò “Il Bestia” sa di avere una grande chance, visto l’ottimo feeling con la pista suo (ci ha vinto nel 2018 in Moto3) e della rossa di Borgo Panigale.

Per me è una buona pista, veloce ma molto tecnica. Non arrivo da una bellissima gara al Mugello perché sono caduto, ma sono motivato a iniziare nel modo migliore qui. Lo scorso anno per me è stato complicato, perché era la mia prima volta in MotoGP e non c’era un grande grip. Dovremo dare il 100%“, ha detto nella conferenza stampa della vigilia.

MotoGP, l’annuncio di Bastianini per il futuro: “Resto sicuramente in Ducati”

Bastianini
Bastianini in sella alla sua Ducati (AnsaFoto)

Ma a tenere banco in questo periodo sono soprattutto le voci di mercato piloti. Quartararo ha appena rinnovato con la Yamaha, così come Espargaro rimarrà in Aprilia. E per quanto riguarda Bastianini?

Per ora non ho firmato con il team ufficiale Ducati. Ma so quale sarà il mio futuro, ovvero che resterò in Ducati, sebbene al momento non sappiamo in quale squadra. Continuiamo a lavorare, per me è importante avere un buon pacchetto e poter lottare per il campionato. Già quest’anno ho a mia disposizione una buona moto e so che devo essere veloce in ogni condizione, che sia in un team ufficiale o satellite“.

Di sicuro per arrivare a competere per il titolo, con qualsiasi moto, dovrà cercare di essere più continuo. 

Devo avere più concentrazione in futuro, ma al contempo continuare a divertirmi. A Le Mans e al Mugello sono caduto per tre volte perché mi mancava il feeling all’anteriore, specialmente in ingresso curva. Dovremo capire il motivo, è stato molto difficile fermare la moto in frenata, ma sappiamo cosa modificare a livello di assetto per risolvere il problema“.