“Non abbiamo limiti”, l’annuncio su Berrettini fa sognare i tifosi: accadrà presto

203

“Non abbiamo limiti”, l’annuncio su Berrettini fa sognare i tifosi: accadrà presto. Il 25enne tennista romano è tornato in campo in perfette condizioni di forma

E’ tornato, a dispetto di critiche ed insinuazioni. E si direbbe anche in smaglianti condizioni di forma. Dopo aver saltato l’intera stagione sulla terra battuta a causa di un fastidioso infortunio alla mano destra che ha reso necessario l’intervento chirurgico, Matteo Berrettini ha ripreso a giocare a tennis e a vincere da par suo.

Berrettini
Matteo Berrettini (LaPresse)

Tre mesi di lontananza dai campi non sembra aver scalfito le certezze acquisite nel tempo da Berrettini: l’attuale numero 10 del Ranking ATP è tornato vincendo il torneo di Stoccarda, il primo dei due sull’erba propedeutici al torneo di Wimbledon.

Quest’anno il classico evento londinese non assegnerà punti per la classifica mondiale, ma Matteo Berrettini sognna comunque di ripetere l’exploit dello scorso anno quando arrivò in finale perdendo poi contro Novak Djokovic.

Il peggio, dunque sembra alle spalle: tornato tre mesi dopo l’infortunio l’azzurro è andato subito a segno, vincendo il sesto titolo in carriera e il terzo su questa superficie a Stoccarda replicando la vittoria che ottenne nel 2019. Un risultato prestigioso ottenuto battendo in finale Andy Murray, ex n.1 del mondo e due volte vincitore a Wimbledon.

“Non abbiamo limiti”, Santopadre esalta Berrettini

Berrettini
Berrettini (LaPresse)

A descrivere le sensazioni vissute dal tennista romano in questo suo ritorno in campo è stato Vincenzo Santapodre, allenatore di Berrettini: “Matteo ha recuperato perfettamente dal suo problema alla mano destra. Grandi meriti vanno a lui, non è stato assolutamente semplice perché dal 12 aprile, giorno nel quale ha tolto i punti, ha fatto un lavoro eccezionale“.

E il futuro immediato lascia sperare in altri grandi vittorie: “Non vogliamo porci limiti come abbiamo sempre detto e poi Matteo ci ha abituato decisamente bene. Si sente molto in fiducia sull’erba e questo sicuramente può aiutarlo nell’affrontare i match con la convinzione di potercela fare, confortato poi da quanto è accaduto in Germania”.

Anche perchè la sua condizione fisica non potrà che crescere da qui alle prossime settimane. Santopadre è convinto di questo: “Confermo i suoi miglioramenti sul lato sinistro del campo e penso sia merito degli allenamenti che abbiamo fatto con la mano sinistra mentre era infortunato, ma per quanto mi riguarda può ancora crescere“.