Milan e Inter, i conti non tornano: la questione diventa spinosa

89

Per Milan e Inter, alle prese per motivi diversi con un periodo di transizione estremamente delicato, i prossimi mesi saranno decisivi anche dal punto di vista finanziario

Pur con aspetti completamente diversi e presupposti che portano in direzioni quasi contrapposte, l’Inter e il Milan si ritrovano ad affrontare un periodo di transizione delicato.

Milan Inter San Siro
Un’immagine di San Siro dal corner sinistro delle panchine (Foto ANSA)

Uno dei problemi più significativi di queste ultime settimane, ancora una volta, riguarda lo stadio.

Milan e Inter, problema San Siro

A preoccupare non sono tanto i progetti futuri, in qualche caso forse utopistici, che vorrebbero sia l’Inter che il Milan proprietarie di un proprio impianto probabilmente fuori dal Comune di Milano. Ma anche i conti che riguardano la gestione pregressa dello stadio di San Siro che in questi ultimi giorni sono diventati ulteriore oggetto di discussione con l’amministrazione di Palazzo Marino.

Arretrati, spese e discussioni

Tanto l’Inter che continua ad amministrare le sue operazioni finanziarie in modo estremamente oculato, quanto il Milan – che dovrà fare i conti con il passaggio di consegne alla nuova proprietà americana Red Bird – devono assolutamente chiarire un aspetto non da poco. Un argomento di discussione che rischia di costare parecchi soldi relativamente a stagioni nelle quali le due società non hanno incassato praticamente nulla.

Ci si riferisce, ovviamente, alle due stagioni legate alla pandemia nel corso delle quali, a causa del lockdown San Siro è rimasto praticamente chiuso con introiti determinati dai biglietti per le due società praticamente tendenti allo zero.

Milan Inter San Siro
Lo stadio di San Siro, il terzo ‘monumento’ più famoso della città nel mondo (Foto ANSA)

Il Comune di Milano, secondo una ricostruzione del Corriere della Sera, aveva concordato “uno sconto” sul canone sia sulla stagione 2019- 20 che su quella successiva. Il tutto a fronte di quello che, originariamente, prima del Covid doveva essere un considerevole aumento delle spese di affitto della struttura. Lo sconto è molto al di sotto delle aspettative dei due club che tra una discussione e l’altra devono anche regolarizzare la loro vecchia posizione sugli affitti da versare.

Lo Stadio monumento: un costo

Milan, Inter e Comune di Milano stanno discutendo. Ma, in definitiva, si parla di 10 milioni di euro di arretrati da versare. Il Comune di Milano, che non naviga nell’oro ed è stato oggetto anche di un interessamento da parte della Corte dei Conti, relativamente ad alcune voci di bilancio, vuole assolutamente monetizzare. San Siro in questi giorni sta ospitando concerti di grande richiamo e importanza. Domani sera saranno di scena niente meno che i Rolling Stones. A luglio toccherà ai Guns and Roses, resta un motivo di vanto per la città ma anche un costo enorme sia per lo stadio che per le società che devono gestirne l’affitto e le spese.

Conti che non tornano e che stanno continuando a far discutere i due club milanesi e il Comune. E che allontanano una soluzione che virgola in questo momento, sembra quasi irraggiungibile.