Nadal, la conferma è arrivata: gli appassionati possono gioire

184

Rafa Nadal ha definitivamente sciolto le riserve: una decisione importante la sua, presa quasi a sorpresa

Due settimane fa, Rafa Nadal conquistava il suo 14esimo Roland Garros, battendo facilmente in finale Casper Ruud. Un epilogo trionfale, l’ennesimo, per il fuoriclasse maiorchino a Parigi, al termine di un torneo esemplare disputato però con il tormento del dolore al piede che lo ha costretto a una serie di infiltrazioni per contenere il disagio.

Rafa Nadal
Rafa Nadal (Ansa Foto)

Un problema, quello cronico al piede, che aveva fatto temere anche per il prosieguo immediato della carriera di Nadal, al punto che si era vociferato anche di un annuncio imminente sul possibile ritiro dal tennis giocato. Rumors prontamente smentiti dall’entourage di Rafa che ha ribadito di voler proseguire, a condizione però di essere competitivo per farlo.

Evidentemente Nadal se la sente ancora e le immagini diffuse sui social nella giornata di ieri confermano tutto. Rafa, infatti, a dispetto di chi non lo credeva possibile ha deciso di partecipare alla prossima edizione di Wimbledon, al via lunedì 27 giugno sui campi di Church Road.

Nadal, Wimbledon e non solo: l’obiettivo è ambizioso

Ovviamente, da campione qual è, Nadal vuole farsi trovare pronto e così è già a Londra per testare ulteriormente la sua condizione, considerato che, dopo le fatiche parigine, non ha preso parte ad alcun torneo di preparazione sulla superficie.

Sull’account Twitter ufficiale di Wimbledon è stato postato un video di Nadal in allenamento sul campo in compagnia del suo staff accompagnato dalla didascalia a caratteri cubitali RAFA, conferma ulteriore di quanto la presenza dell’iberico sia particolarmente gradita (e sorprendente) per gli organizzatori dei Championship.

Nadal ha vinto Wimbledon due volte nel 2008 e nel 2010 in finale contro Federer e Berdych. L’ultima presenza nel 2019 quando fu sconfitto dallo stesso Federer in semifinale. Dopo la sospensione del torneo nel 2020 per l’inizio della pandemia, Nadal ha dato forfait nella scorsa edizione, saltando anche le Olimpiadi di Tokyo. Rientrato a Washington, Rafa poi si è fermato per sei mesi per il problema al piede. Il rientro, lo scorso gennaio in Australia con la vittoria dell’Australian Open.

Australian Open, Roland Garros e ora Wimbledon, il sogno Grande Slam per Nadal non può non essere un obiettivo in 2022, finora, da assoluto protagonista.