Tour de France, l’annuncio di Pogacar spiazza tutti: il motivo è uno solo

337

Tour de France, l’annuncio di Pogacar spiazza tutti: il motivo è uno solo. Decisione a sorpresa per il 23enne campione sloveno vincitore delle ultime due edizioni

Manca sempre meno all’appuntamento più importante di tutta la stagione ciclistica. Venerdì 1 luglio partirà da Copenaghen un’edizione del Tour de France particolarmente attesa. Sia per la qualità del percorso, particolarmente adatto a scalatori e passisti dotati di grande resistenza in salita sia per il novero dei partecipanti.

Pogacar
Pogacar (LaPresse)

Su tutti, i due grandi rivali e favoriti della Grand Boucle, i campioni sloveni Tadej Pogacar e Primoz Roglic. Il primo, appena 23enne, vincitore delle ultime due edizioni e pronto a realizzare un prestigioso tris. Il secondo, 32 anni, a caccia della sua prima vittoria nella corsa a tappe più prestigiosa del mondo.

Entrambi sono apparsi in forma smagliante nelle ultime apparizioni: Pogacar ha sbaragliato la concorrenza al Tour di Slovenia, la competizione che si svolge in quello che è stato definito il giardino di casa sua. Roglic dal canto suo non è stato da meno, dominando in lungo e in largo il Giro del Delfinato.

Il Tour del France si preannuncia come un lungo e appassioonante derby sloveno, con il più giovane ad oggi nettamente favorito rispetto al rivale.

Tour de France, Pogacar rinuncia ai campionati sloveni: paura del Covid

Tour
Tour de France (LaPresse)

Ma per evitare rischi inutili e per presentarsi al massimo della forma alla Grand Boucle che inzierà tra dieci giorni, sia Pogacar che Roglic hanno deciso di saltare a piè pari i Campionati Sloveni in programma dal 23 al 26 giugno a Maribor. Una decisione per certi versi attesa, legata soprattutto alla voglia di evitare qualsiasi tipo di rischio.

Sia per quanto riguarda eventuali incidenti o cadute sia una possibile infezione da Covid-19. I casi sono aumentati in numero esponenziale, soprattutto a causa dell’ultima variante soprannominata Omicron 5.

Pogacar e Rogliz si dedicheranno ad allenamenti mirati e riposo finalizzati a rifinire la preparazione in vista dell’evento dell’anno. La corsa alla conquista della maglia gialla da indossare fino agli Champs Elysees di Parigi è appena iniziata.

E i due fuoriclasse sloveni sono pronti a darsi battaglia fin dalla prima tappa che partirà dalla capitale danese.